AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

domenica 15 settembre 2019

UN GATTO SCONTROSO

Mia cugina è venuta a trovarmi ancora una volta. Mi sento molto protetto.


Oggi sono in vena di ricordi

- Ripenso al dicembre scorso quando questi pazzi di umani, roba da non credere, hanno portato un albero nella casa. Perché lo hanno ornato come un travestito ? Cosa sono queste palle di diversi colori e queste ghirlande ? Lo chiamano albero di Natale, ma a cosa serve?

- Era strano, comunque, questo abete. Pensavo fosse un nuovo gioco per me. Simpatica la famiglia ! Era divertente giocare con le palle e le ghirlande.

- Venne il momento di cominciare l'ascensione del "monte" abete e hop, ma che strano, l'abete cadde e tutte le palle si sono rotte. Perché mi gridavano tutti addosso ?  Stavano abusando ! Mi avevano offerto un giocattolo e non potevo neanche divertirmi ?

- A forza di far cadere l'abete è così spelato come il cranio del mio umano.

- Chi è questo Babbo Natale di cui parlavano tutti ? Sembra sia un vecchio signore molto generoso. Spero che quest'anno non dimenticherà il più gentile, simpatico e generoso membro della famiglia : IO.

Fine dei ricordi, torno a dormire



- Strano, è terribile l'insonnia, mi sono svegliato in piena notte senza riuscire a riaddormentarmi. Forse non avrei dovuto dormire tutta la giornata.

- Oscar Wilde disse : "Il solo mezzo di liberarsi di una tentazione, è di cederle. Edgar dice : "Oscar Wilde ha veramente ragione".

- Messa a punto : a contare da oggi la golosità non è più un cattivo difetto ma una gentile qualità. Grazie per trasmettere l'informazione.

Alla prossima.


Selma si specchia nel vetro della porta-finestra
EDGAR     

martedì 10 settembre 2019

VENEZIA 2018 TERZA PARTE

Eccoci alla terza parte della visita di Venezia. Lungo la Strada Nuova, il Ghetto, e poi direzione verso Rialto e la Scala del Bovolo, Teatro La Fenice, ecc. ecc. Buona passeggiata.






MODI DI DIRE
Se piove su l'olivo no piove sui vovi
(Se piove sull'ulivo non piove sulle uova)


Per olivo si intende la domenica delle Palme e per uova la domenica di Pasqua. Quindi se piove nella prima domenica quella di Pasqua sarà con il sole e viceversa. Infatti questo è un periodo dell'anno che si distingue per un'instabilità climatica.

sabato 7 settembre 2019

UN GATTO SCONTROSO


Mamma mia, come mi sento male


- Atchoum ! Ho preso freddo a causa della neve, il mio naso cola. Atchoum ! Tremo, ho caldo e freddo Nello stesso momento. Purtroppo devo andare di nuovo … atchoum  ... nell'antro del mostruoso veterinario.

- Due minuti nella neve, due ore dall'immondo veterinario. E' il peggiore rapporto che ho conosciuto durante la mia giovane vita. Vi prevengo, non metterò più le zampe fuori prima della primavera.

- Se dobbiamo essere reincarnati, tanto fa che io lo sia in me stesso.

- Ore 10 : lasciatemi tranquillo, non sono ben predisposto. Ore 10 e cinque minuti : Perché oggi nessuno mi accarezza ?

- Amo molto alzarmi presto la mattina perché questo mi lascia più tempo per tornare a coricarmi.

- Amo molto la letteratura ! Il mio libro preferito è un libro di 5 cm di spessore e di 25 di lato con una copertina molto spessa.
L'autore ? Nessuna idea. Io non lo leggo ma amo addormentarmici sopra.

-Per calcolare la distanza di sicurezza che bisogna tenere con me, basta moltiplicare il mio grado di cattivo umore per 25 cm. Per esempio, questa mattina sono di cattivo umore (5/10). Dunque 5 x 25 = 125 cm. Eccovi avvertiti.

- Forse sono depresso. Perdo un po' l'appetito in questo momento. Ho comunque terminato la mia ciotola e piagnucolato un po' per averne ancora, ma senza grande entusiasmo.

- Piccola messa a punto : quando un cane sale sul vostro letto, è perché ama la vostra compagnia. Quando un gatto sale sul vostro letto è perché ama il vostro letto.




Selma, a sinistra, quando poteva stringersi con la compianta Frida

 Edgar

mercoledì 28 agosto 2019

02 Venezia 2018

Visto che Edgar ha avuto poco successo, ho avuto bene a spiegargli che molta gente è in vacanza ma non ha voluto saperne. Anzi si è incazzato nero ed ha cercato di graffiarmi. Quindi lo punisco pubblicando un'altra parte del film su Venezia.

Ho risolto il problema dell'audio e quindi spegnete il vostro HI-FI acceso su mio consiglio nel post precedente (lol). Buona visione.

PS - Se ne avete voglia potete anche andare a rivedere il precedente completo di sonorizzazione. Grazie.





MODI DI DIRE

Pissar fora del bocal
(pisciare fuori del vaso da notte)


Rivolto a chi dice o fa delle cose che esulano dalle sue competenze, ma il detto vale anche per chi parla troppo ed oltre misura.

lunedì 26 agosto 2019

UN GATTO SCONTROSO

Mi spiace, non posso chiudere la porta come fate voi.


Bene, sono di ritorno. Malgrado la stanchezza della vacanza, vedo di farvi felici ancora una volta con le mie elucubrazioni.

- Il cammino più corto per andare da un punto ad un'altro, è dunque quello di non andarci. Quindi resto nel mio letto.

- Teoria molto personale : penso che il calcio sia stato inventato per i cani. Se questo sport fosse stato inventato per i gatti, i giocatori non si farebbero alcun passaggio. Terrebbero la palla per loro ed un tempo di gioco sarenne interrotto da più riposi.

- Ho deciso di creare un club super, al quale solo gli esseri i più fini e intelligenti della famiglia potrebbero aderire. Tanto fà dirvi che sono il solo ed unico aderente.

- Questa mattina sono il più circospetto possibile. Ma cos'è questa cosa Bianca ? Non mi crederete mai ma il mio giardino è interamente bianco. Il moi albero interamente ricoperto di polvere bianca e dal cielo cade del cotone ! Aiuto ! Il moi giardino è completamente sparito.

- Tutto è bianco, che sia il primo segno della fine del mondo ? Attandendo che i Cavalli dell'Apocalisse sbarchino nel salone, preferisco nascondermi nell'armadio. Che prendano pure la mia famiglia, ma che mi lascino le mie scatole e le mie crocchette (salvo e light). Addio, penso che anche voi non potrete sopravvivere. Peccato, contavo di raccontarvi ancora per lungo tempo le mie idee.

- Forse mi sono preoccupato per niente. I dieci centimetri di polvere bianca nel giardino si chiamerebbe "neve" e sarebbe del tutto normale … ne dubito. In questo caso dovrete sopportarmi ancora per qualche tempo.



Selma e Matisse sono ancora con noi.

Firmato : Edgar

domenica 18 agosto 2019

VENEZIA IN FILM - PRIMA PARTE

Le foto sono finite anche se, come potrete comprendere, nei vari musei di Venezia avremmo potuto farne altre 2 o 3000 foto (lol).
Allora vi metto in linea il film che ho fatto io (le foto erano di un amico, come più volte precisato), anche se c'è un problema. Inserisco il film su YouTube e tutto va bene. Lo trasferisco sia in formato video che in visione diretta sul sito e il sonoro sparisce. Cercherò di risolvere il problema prima delle prossime pubblicazioni ma per il momento portatevi agli anni '20 quando i film erano muti. Eventualmente mettete nel HI FI la musica da voi preferita, mentre lo guardate.

Ciao e andate a vedere ... 
qui.


MODI DI DIRE

Quanti ani no gavarà 'sta casa ?
(Quanti anni non avrà questa casa?)

Il "no" è pleonastico, perché il senso vero è "chissà quanti anni avrà questa casa?" 

domenica 11 agosto 2019

LES HALLES LAISSAC

Circa una cinquantina di post fa vi avevo fatto vedere, fotografando dall'alto della Torre della Babotte, le nuove Halles Laissac in costruzione. Vi avevo promesso che ne avrei parlato la volta in cui mi sarebbe stato possibile visitarle.
La parola "Halles" indica un mercato coperto ed a Montpellier ce ne sono altre sparse qua e là. Il nome Laissac (che indica anche la piazza circostante) è stato scelto per onorare Alexandre Laissac, sindaco di Montpellier dal 1881 al 1892.
Circa un secolo e mezzo fa si era costruita la prima versione; notate nella foto i fili del tram ed a destra la parte posteriore del tram dell'epoca. Preciso che sono foto scannerizzate e vi avvertirò quando cominceranno le mie.


Negli anni 60 - 70 cominciò il boom delle vetture e quindi via il tram e costruzione del nuovo mercato coperto sovrastato da un parcheggio silo.


Con il passare degli anni l'immobile si degradò talmente che fu ribatezzato "la verruca" e quindi la municipalità di Montpellier decise di demolirlo per costruire delle nuove Halles richiamandosi all'anziano stile.
Nell'aprile del 2016 si avviò il cantiere ed i lavori di demolizione durarono cinque mesi non potendo certo utilizzare degli esplosivi. Qui sotto la progressione dei lavori suddetti:



Finalmente all'inizio di dicembre 2018 sorge il nuovo stabilimento. Notate il tram molto diverso da quello della prima foto. Si tratta di quello della linea 3. A Montpellier ci sono 4 linee mentre a fine anno dovrebbe cominciare la costruzione della quinta linea. Quasi, quasi, vendo la mia vettura.



Il tetto è interamente coperto di pannellli fotovoltaici che producono 84.000 kWh ogni anno. Essendo il fabbisogno dell'immobile pari ad 1/5 della produzione, l'eccedenza viene venduta all' EDF (L'Enel Francese). Inoltre le pareti e le finestre sono costruite in modo da mantenere una temperatura costante sia d'inverno che d'estate.



 Bene, allora da questo momento comincia la mia visita corredata dalle mie foto.

Siamo all'esterno



Appena entrati, quello che colpisce è la cupola del soffitto. E' stata progettata da Mona Young-Eun Kim, una studentessa coreana al quinto anno  dell' Ecole supérieure des beaux-arts di Montpellier (il concorso era aperto e non riservato agli architetti famosi).
L'artista si è immaginata un melone e l'opera è stata realizzata in tela microperforata tesa di 270 metri quadrati quando la superficie alla base è di 450 metri quadrati.



Ed ora le foto dell'interno con anche alcuni banchi che fanno venire l'acquolina in bocca.






Uno dei migliori pasticceri di Montpellier : Cabiron

Grazie a tutti quelli che verranno a trovarmi e buona settimana.

mercoledì 7 agosto 2019

UN GATTO SCONTROSO

Ho trovato una soluzione (leggete più sotto)

Con il permesso di Elio (ho deciso di non fare più la guerra con lui), riprendo le mie elucubrazioni :

- Mi sono trovato un sole low  cost : la lampada della scrivania. Dopo aver fatto cadere il PC e tutti i documenti del mio umano, sono finalmente riuscito a farmi abbronzare i peli sotto il sole elettrico.

- Messaggio a tutta la famiglia : anche se è la crisi, non è questione di fare delle economie per il riscaldamento. Una temperatura di 27° è necessaria per il mio benessere.

- Sono precisamente le 18.00, l'ora della mia cena. Io, sono un gatto molto puntuale ! Si può essere brontolone e scontroso, come me, ma essere puntuali.

- Sembra che Dio abbia creato l'uomo alla sua immagine. Doveva avere una pessima opinione di se stesso.

- Una buona idea da sviluppare : Rapid Pizz' chat. Servizio di fornitura di scatole per gatti 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

- Questa mattina sono quasi di buonumore. Vi autorizzo ad accarezzarmi cinque minuti. Ma non abusate troppo, ho detto cinque minuti. Ecco, mi avete messo di cattivo umore.

- Sembra che gli umani utilizzino solo il 10% delle possibilità del loro cervello. Ne dubito. Penso che la proporzione sarebbe più verso il 5%.

- Amo mettermi sulla scala, amo dominare la situazione, prendere dell'altezza. E se pensate che io mi sposti per lasciarvi passare verso il piano superiore, vi sbagliate. Potete bene saltare due gradini con le vostre grandi gambe !






PS - Sono triste, ho virtualmente accarezzato a lungo Elio e sua moglie perché hanno avuto un problema in famiglia. Frida, la mia sorellina preferita, è andata a ritrovare nostro fratello Mirò dall'altra parte dello specchio. E' successo sabato 3 agosto ed è stata incenerita martedì 6 mattina.

 Ciao bella


venerdì 2 agosto 2019

LE PROCOPE

Per riprendere l'attività (spero di poter durare ancora) e prima di tornare ai miei abituali post vorrei portarvi a Parigi.
Tre secoli fa, Francesco Procopio dei Coltelli, piccolo gentiluomo di Palermo, aprì a Parigi un locale moderno, confortabile, elegante, con delle sale a colonne decorate di lampadari, di specchi, di marmi di cristalli. Si trovava a "rue des Fossés-Saint-Germain" (oggi ribattezzata "rue dell'Ancienne-Comédie".)
I clienti cominciarono a prendere l'abitudine di prendere il caffé ed i vari posti di servizio erano contrassegnati dal nome delle bevande alcoliche che si servivano. Il locale fu chiamato "Café Procope" e più tardi solo "Procope". Senza rendersene conto, Procopio creò una specie di rivoluzione nei costumi francesi. Offrì ai sapienti, ai letterati, agli artisti della Comedie Française (teatro nazionale giusto di fronte al locale) un centro di riunione. Si poteva leggere "Le Journal de Paris" e "La Gazette de France". Divenne un luogo di raduno degli intellettuali, tanto più che il caffé eccitava meglio le idee che non le bevande alcoliche. Quindi era nato il primo caffé letterario e, durante più di di due secoli, si potevano incontrare le persone rinomate, o chi sperava di diventarne una, nel mondo delle lettere e dell'arte.
All'inizio, le donne non frequentavano questo tipo di locali, ma non era raro di vedere qualcuna di loro fermare la vettura davanti l'entrata ed ordinare una tazza di caffé che veniva loro portata. Poi, poco a poco, le signore più ardite cominciarono ad entrare e non si sorprese più di vederle nei caffé donando inoltre agli uomini un po' più di urbanità.

Se volete vedere com'è oggi andate qui.

Ciao a tutti.

giovedì 25 luglio 2019

STOP PROVVISORIO

SPIACENTE DI ANNUCIARVI CHE FERMO PER QUALCHE GIORNO (FORSE UNA SETTIMANA) PER ALCUNI PROBLEMI. NON PREOCCUPATEVI E NON PIANGETE. RITORNERO' AL PIU' PRESTO.

UN AMICHEVOLE ABBRACCIO.