AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

mercoledì 29 gennaio 2014

VENEZIA

Chi non è mai stato a Venezia pensa che ci sia solo acqua e vecchie case, ma, in realtà Venezia è piena di verde. Se ci capitate cercate un libro fotografico "Venezia vista dall'alto" dove si nota la quantità di giardini privati e pubblici che ci sono nella mia città natale.
Da Sant'Elena alla Biennale è tutta una superficie verdeggiante ed è qui che vi porto questa settimana.
Ci sono anche della persone che proprio non sanno cosa sia questa città. Un giorno mi trovavo a Piazzale Roma e mi affianca una macchina. Il conducente mi dice dove deve dirigersi per andare con la vettura a Piazza San Marco. La mia risposta: "Se ha una macchina anfibia, tutto dritto, altrimenti le consiglio di parcheggiare al Tronchetto".

All'orizzonte si vede il Lido


L'ingresso dei giardini della Biennale


Il padiglione della Russia


Piacevole riposo (avviso: non sono io)


Il monumento al Carducci


Un giardino pubblico



MODI DI DIRE

Roba da ciodi
(Cosa da chiodi)

Indica una cosa di poco valore, non fatta a regola d'arte. Il modo di dire trova l'origine nel fatto che, a suo tempo, i falegnami imparavano a costruitre con penole (zeppe), incastri a coda di rondine ed incassature lignee, escludendo i chiodi di ferro. Chi lavorava con questi ultimi, per risparmiare tempo, faceva appunto "robe da ciodi". Devo anche dire che, per estensione, si diceva così anche di un fatto avvenuto che lasciava interdetti.

31 commenti:

  1. Espléndidos paisajes y arquitectura!
    Una entrada muy bonita, saludos Elio, bella joranada!

    RispondiElimina
  2. Nell'epoca del computer con Google Maps che ti mostra le mappe riprese da satellite e Street View, ora hanno fatto anche Venezia, che fotografa nei dettagli le vie con riprese a terra, c'è ancora chi si muove senza dare uno sguardo alle piantine?
    Buona giornata Elio
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enrico, capirai bene che non ho bisogno di Street Wiew per girare a Venezia e, inoltre, vuoi mettere il piacere di sfogliare un libro? Oggi ci si lamenta che le nuove generazioni non leggono, ma si fa di tutto perché non leggano e che utilizzino Internet. La piantina di Venezia è un po' difficile da interpretare e molta gente non tiene conto dell'orientamento della stessa. Un giorno ho visto una persona che teneva la carta al contrario e quindi penso che si sia trovata Cannaregio, piuttosto che a San Marco (lol). Buona serata.

      Elimina
  3. E' bello leggerti per scoprire Venezia, ma ritrovo anche nei modi di dire la radice Veneta della mia regione Venezia Giulia !! e ricordo quando negli anni sessanta c'era la discussione se annettere il Territorio Libero di Trieste, la cosiddetta zona "A" al Friuli o -per tradizione, retaggio ed usanze- al Veneto! Nella secolare lotta di Venezia per annettere Trieste alla sua Repubblica anche nel secolo scorso ci avete perso! E mentre Udine cerca di rintuzzarci nel nostro angolino, due città Gorizia e Trieste piene di antica storia e nobile retaggio, penso che il Veneto avrebbe saputo come incrementare la nostra economia!
    Buon week-end! Renata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Renata, sono interamente d'accordo con te. Del resto a causa della guerra abbiamo perso anche Fiume che costituirebbe oggi una fonte di PIL per l'Italia. Gorizia e Trieste sono due città che amo profondamente. Anzi, mi dai un'idea. Se ritrovo i miei vecchi filmetti ci faccio un post. Buon fine settimana anche a te.

      Elimina
  4. ciao Elio ahah, bella la battuta , avere una macchina anfibia a venezia sarebbe comodissimo.)
    grazie per le bellissime immagini come sempre, complimenti, bello anche questo modo di dire, grazie per la spiegazione, ciao buona giornata rosa a presto.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa, noto che sei sempre attenta a quello che scrivo, oltre a guardare le foto. Buon WE.

      Elimina
  5. io l'ho conosciuta solo recentemente la zona di S. Elena e l'ho trovata splendida!!!
    Buona giornata Elio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa vuoi Luigi, quando ci vado sento un senso di pace, forse perché è lontana dai grandi flussi turistici e ci si può tranquillamente fermare per riposarsi un po'. Buon fine settimana.

      Elimina
  6. Imagens espetaculares amigo.
    Te desejo um final de semana repleto de sorrisos e alegrias.
    Beijos no coração.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lua, buon fine settimana anche a te.

      Elimina
  7. Belle foto, caro Elio.Buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del complimento rika e buon WE anche a te.

      Elimina
  8. Eccoci alla puntata su Venezia, sempre splendidamente vestita delle tue foto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ambra, sai che ogni fine settimana, da me, si va a Venezia e che seguo sempre un certo itinerario per permetere ai miei amici virtuali di ritrovarsi nel caso pensino di farci un saltino. Buon WE.

      Elimina
  9. è sempre un emozione vedere venezia tra qualche giorno ti faccio qualche sorpresa su Venezia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordo Carmine, aspetto con impazienza ed avvertimi quando la sorpresa è pronta. Buon WE.

      Elimina
  10. Como siempre, hermosas las fotos que muestras de la linda Venezia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boris, che piacere avere un tuo commento. Grazie per la visita ed il complimento. Buon WE.

      Elimina
  11. Je savais qu'il n'y avait pas que de l'eau et des palais, il y a aussi des gondoliers et des pigeons !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alain, on retrouve aussi des mésanges, des moineaux, des rougegorges etc. Merci pour toutes le visites chez moi et bonne dimanche.

      Elimina
  12. Buongiorno Elio,
    mi scuso se non passo più spesso, ma ti assicuro che attraverso dei "periodi no", che m'impediscono anche di dedicarmi all'Angolo come vorrei.
    Devo dire che questo post è molto interessante, perché nessuno immaginerebbe che Venezia sia anche una città verde.
    Per quanto il confronto possa sembrare azzardato, ti dirò che anche Napoli è una città verde, e non mi riferisco tanto alle periferie, dove la circostanza è scontata, ma al centro storico, dove in mezzo a milioni di tonnellate di mattoni e cemento, si trovano ampli spazi di verde!
    Succede che mentre giri fra palazzi ravvicinatissimi, che formano opprimenti budelli di strade (i cosiddetti vicoli) apri un portone e ti trovi di fronte a parchi e giardini d'inimmaginabile bellezza e luminosità.
    Un cordialissimo saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nigel, non preoccuparti, anch'io in questo periodo non passo spesso dai miei followers, Angolo compreso, perché da settembre ad oggi me ne sono arrivate una dopo l'altra. Se tutto va bene dalla settimana prossima ricomincio a nuotare e pedalare. Ti auguro che questo periodo passi presto per entrambi e che tu ritorni ad essere sereno, indipendentemente dagli interventi sul blog.
      Personalmente penso che tutte le città abbiano molte cose nascoste, ma a Napoli ho avuto appena il tempo di vedere le cose principali. Ancora per quest'anno sarà Venezia, ma ho un progetto per il 2015. Vorrei portare mia moglie a visitare l'Italia del sud (una quindicina di giorni), partendo da Roma e fare un circuito passando dalla Campania, Calabria, Basilicata, Puglia ecc. con ritorno a Roma. Il nostro problema è trovare qualcuno che segua i nostri quattro gatti, ma prendendosi a tempo forse ce la faremo.
      Un amichevole abbraccio e buona domenica.

      Elimina
  13. Venezia in questi giorni e ancora più annacquata del solito (acqua alta 1,40 metri) . Citta' bella da vedere quando è asciutta, ma non ci abiterei mai più di una settimana.Costretti a spostarsi da un posto all'altro su barche con l'acqua maleodorante dei canali intorno.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enio, i veneziani hanno l'abitudine dell'acqua alta. 1,40 è sul livello del mare e non sulla terra, ma comunque, non nego che sia veramenta alta. Nel 1966 mi arrivava (in campo dei Frari) al collo e con maschera e pinne aiutavo il mio (ex) cognato) a salvare le sue macchine per fare la pasta fresca. Siamo sopravissuti. Inoltre, quando c'è acqua alta non è maleodorante, lo è quando è bassa. Scusa se ti contesto, ma penso che è la contestazione amichevole che lega dei rapporti. Ciao e buona domenica.

      Elimina
  14. Grazie per questi stupendi scorci di una Venezia verde che non conoscevo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Costantino, facci un'altra puntatina ed esci daigli itinerari turistici. Vedrai che ti godrai meglio Venezia. Buona serata domenicale.

      Elimina
  15. Tu con le tue foto ed i vostri modi di dire ci regali l'atmosfera, ed il post è bello e si completa per i commenti di chi ha esperienza ed ama i luoghi che tu fai amare anche a me, tanto lontana.
    Un sorriso Elio e grazie sempre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gingi, sono diventato tutto rosso in viso leggendo i tuoi complimenti. Hai ragione, cerco di trasmettere l'amore per la mia città, ma credo che ognuno di noi possa farlo per la sua propria. Naturalmente io sono aiutato dal fatto di essere nato in una città unica al mondo. Gli americani, a Las Vegas, hanno cercato di copiarne una parte, ma non è sicuramente la stessa cosa. Buona serata.

      Elimina