AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

venerdì 30 novembre 2018

RICOMINCIO DA VENEZIA

Dopo l'assenza (causa di forza maggiore),
trovo giusto riprendere da Venezia.

Passato il Campo San Francesco de la Vigna si giunge al Campo de la Chiesa dove si trova questo colonnato. Vi chiederete perché siamo passati da quelle parti? Ebbene, questo campo appare spesso in una serie di telefilm polizieschi girati a Venezia che hanno avuto molto successo qui in Francia ed i miei amici mi chiedono sempre di portarli da quelle parti.



Teoricamente la porta doveva essere l'entrata del commissariato veneziano che in realtà non esiste in questo luogo. L'interprete principale è il Commissario Guido Brunetti spalleggiato dal suo aiuto Vianello, veneziani purosangue, interpretati però da attori tedeschi (tutti gli interni sono stati girati in Germania negli studi della casa di produzione). Se volete saperne di più cercate "commissaire Brunetti" su Internet. Il perché della ricerca in francese lo scoprirete continuando a leggere.
I telefilm sono tratti dai romanzi di Donna Leon (non si trova il suo vero nome da nessuna parte), nata il 28 settembre 1942 negli Stati Uniti (Montclair - New Jersey), insegnante di letteratura che dal 1981 al 1999 esercitò alla base americana di Vicenza, vivendo però a Venezia sin dal 1980. I suoi romanzi sono stati tradotti in una ventina di lingue ma non in italiano su sua espressa richiesta all'editore, volendo restare anonima ed in tranquillità. Quando la tranquillità finì per l'arrivo della massa turistica, decise di trasferirsi in Svizzera pur conservando un pied-à-terre a Venezia.
I suoi romanzi vanno a ruba qui in Francia e normalmente ne edita uno all'anno perché, per principio, scrive una sola pagina al giorno, sabato e domenica compresi.
Alcuni principali titoli in francese : 1992 - Mort à La Fenice, 1993 - Mort en terre étrangère, 1996 - Entre deux eaux, 2014 - Brunetti entre les ligne, 2016 - Minuit sur le canal San Boldo.

Continuiamo però a camminare. Dal campo della Chiesa si arriva facilmente al Campo San Giovanni e Paolo dove si trova l'ospedale civile accanto al quale c'è l'omonima chiesa.


Ci siamo fatti tirare le orecchie, visto il luogo, ma il mio amico Charles è riuscito a scattare queste foto mentre io filmavo.





Torniamo sui nostri passi e fiancheggiamo il ponte dei Greci per raggiungere, poco lontano in "Cale longa Santa Maria Formosa" la libreria Acqua Alta riconosciuta come una delle più belle ed originali del mondo, un angolo di creatività tra libri e gondole oltre essere domicilio di vari gatti.




L'interno lo vedrete in un prossimo post

MODI DI DIRE

Esser dolse de sal
(essere dolce di sale)

Si dice di un uomo "insipido" cioé sciocco



Avete mai pensato a quanti significati può avere la parola "sale" se presa a sè stessa e non nell'ambito di una frase ?
Ne suggerisco alcuni ed a voi di trovarne altri:
Il minerale per insaporire, il plurale di sala, la terza persona del presente indicativo del verbo salire ed il cognome di una nobile famiglia genovese. In inglese significa svendita, in francese sporco.

16 commenti:

  1. fa piacere ritrovarla !buongiorno Elio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi darmi anche del tu se vuoi, ma l'importante è che ci ritroviamo sempre. Un amichevole abbraccio.

      Elimina
  2. Finalmente sei tornato !!! Sentivo la tua mancanza . Bel post Elio , belle foto
    sempre suggestive . Non guardo e non leggo più storie di Commissari . Mi sono
    proprio "stufata" . Ho cercato altra parola con sale ma non mi è venuta .
    In tedesco ha altri significati ma , sempre unita ad altra parola .
    Se vuoi , passa dal mio GOOGLE+ , c'è una poesia x Tomaso .
    A risentirci . Buona giornata . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sai la mia mancanza poteva essere per sempre. Ho avuto un incidente dove avrei potuto passare dall'altra parte dello specchio e quindi sono io il felice di ritrovare tutti i miei amici follower. Ti garantisco che i libri di Donna Leon sono al di fuori dei normali romanzi sui poliziotti. Inoltre si gira tutta Venezia (per chi la conosce veramente). Normale che in tedesco le parole siano molto spesso composte. Passerò da te il più presto possibile. Scusa ma sono ancora un po' con la testa tra le nuvole.
      Un amichevole abbraccio a tutta la famiglia.

      Elimina
    2. Ma dai , non è ancora giunta la tua ora di passare dall'altra parte dello
      specchio , devi festeggiare ancora molti compleanni .
      Come stai ora ? E l'auto si può riparare ? Hai ripreso i tuoi amati sports?
      Abbraccione . Laura

      Elimina
    3. Io sto bene perché ho avuto solo una compressione del torace dovuta alla cintura di sicurezza. L'auto è dal dottore e non ho ancora una risposta definitiva. Con lo sport sono fermo e, se tutto va bene, li riprendo la settimana prossima. Un grande abbraccio anche a voi tutti.

      Elimina
  3. Bello rivedere questi luoghi di Venezia, dalla quale manco da tanto tempo. Spero di poter tornare. Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cerca di tornarci al più presto e prendi delle note dai miei post (lol). Non so se te l'ho già detto ma, via mail, posso mandarti delle istruzioni su cosa vedere e dove mangiare a Venezia. Un abbraccio.

      Elimina
  4. Qu'est-ce que c'est beau!
    Bon week end.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero ti piaceranno anche le prossime foto. Un abbraccio.

      Elimina
  5. Nel tuo blog si esplorano sempre ottimi luoghi.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie del complimento. Cercherò di fare sempre meglio. Buona settimana.

      Elimina
  6. Post come sempre all'altezza delle aspettative. Bentornato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniele. Vengo a trovarti al più presto.

      Elimina
  7. Bentornato; un post che ho apprezzato molto e che propone un giro virtuale tra alcune bellezze non a tutti note, di Venezia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, certo che le guide turistiche non conoscono i libri di Donna Leon. Se decidi di andare a Venezia ti passo delle dritte. Buona settimana.

      Elimina