AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

lunedì 16 gennaio 2017

LA SAGGEZZA DEI GATTI - 4

L'arte del cocooning

Malgrado una pelliccia molto fornita, il gatto cerca sempre il calore delle coperte o dei radiatori e del fuoco del camino.
Egli è ben preparato per sopportare la diminuzione della temperatura. Tutto il suo corpo è coperto di peli, corti, mezzo lunghi o lunghi, salvo il naso, le mammelle ed i cuscinetti plantari. La mitica pelliccia felina è composta di tre differenti forme di peli:
- un pelo variabile secondo le razze
- Le barbe ruvide che formano il sottopelo
- La borra dolce e ricciuta
Bien protetto contro il freddo , non ha veramente da temere nelle nostre case.
Ma l'atmosfera confortabile e dolce non gli impedisce di andare a nascondersi sotto una coperta. Come può sopportare una tale fornace ? Millenni fa il gatto era sottoposto a grandi variazioni di temperatura: un calore torrido il giorno, temperature fresche ed anche glaciali durante la notte. Sono le condizioni di vita del deserto.
La temperatura del gatto si regola : tollera così il calore che sente sotto la coperta come se lui fosse vicino al radiatore od al caminetto. Gli evoca la pelliccia della madre contro la quale si scaldava appena nato.

E NOI ?
Restare al caldo sotto la coperta è un piacere che rimanda all'infanzia. Questa sensazione di calore o di conforto è legata alla madre o, inconsciamente, alla vita intra-uterina. E' anche un bisogno di protezione che si manifesta in molte occasioni della nostra esistenza che cerchiamo restando al caldo. Semplice ed efficace.

16 commenti:

  1. Perfetto vedo dalla mia gatta adora i pile e dormire tra noi due. Io un pò meno mi blocca le coperte :D
    Buona giornata e buona settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per noi è un po' più difficile perché dormire con tre gatti sul letto non è facile. Un gattesco abbraccio.

      Elimina
  2. Ciao Elio!
    Io non ho gatti... però ho una cucciola di Labrador e anche lei adora stare al calduccio sotto le coperte!
    Un abbraccio

    Nuovo post sul mio blog.
    Passa da me se ti va!
    http://lamammadisophia2016.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi amiamo anche i cani e ne abbiamo adottati molti, ma con cinque gatti all'inizio abbiamo preferito rinunciare ad averne ancora. Vengo a trovarti domani. Ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  3. une photo sur mon blog... avec la neige ,notre salomé qui se cache sous la couette..il fait moins -----° chez nous...brrrrrrrrrr
    vive le printemps! bisou

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elfi, oggi qui faceva 2° ma domani, forse, andremo sotto zero. Il mio vélo sta piangendo sul soffitto del garage. Vengo a trovarti domani. Un abbraccio.

      Elimina
  4. E NOI? Sotto il piumone provo tutte le sensazioni che hai scritto ,
    e che piacere....Gute Nacht . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura, altrettanto a te. A presto.

      Elimina
  5. Confermo che il gatto (nel mio caso, la gatta) ama dormire al caldo sotto le coperte (le mie), possibilmente ben vicino ai miei piedi . Già, ma io come faccio a dormire così? Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E noi, come facciamo ? Vedi la risposta più sopra. La casa è loro e noi siamo gli ospiti. Quindi ci adattiamo. Cordialmente.

      Elimina
  6. Riguardo a me, stare sotto le coperte è un modo per sentirmi protetta. Pensa che, anni fa, dopo un incidente causato dalla nebbia e da un tizio che veniva in senso inverso e ha invaso la mia corsia, mi sono sentita al sicuro solo sotto le coperte per molto tempo . Alla sera mi prendeva sempre uno strano tremore, era la paura per quel che era successo, allora andavo a letto, per sentirmi al sicuro. Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece, al contrario di mia moglie dormo sempre scoperto, salvo in questi giorni che fuori fa veramente freddo. Penso veramente che l'incidente possa averti traumatizzata e sono contento che comunque ne sei uscita. So cosa vuol dire guidare nella nebbia essendo vissuto, oltre che Venezia storica, anche a Mestre. Ricambio il saluto.

      Elimina
  7. Risposte
    1. Merci Elisabete, j'arrive chez toi au plus tôt. Bises.

      Elimina
  8. Verissimo il discorso delle coperte, poi con questo freddo... si gusta ancora di più riposarsi al caldo! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è il mio caso perché sono in pensione ma il dificile è uscire da sotto le coperte per andare a lavorare. Ciao.

      Elimina