AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

giovedì 14 agosto 2014

CONTINUA IL TOUR IN VENEZIA

Ho ricevuto una bella notizia. Le navi di oltre 96.000 tonnellate non potranno più entrare in laguna. Personalmente avrei  abbassato di molto il tonnellaggio, ma pazienza.
Allora continuamo il nostro giro a Venezia.
Uscendo dalla Chiesa della Madonna della Salute, non ho resistito a girare la punta della Dogana de mar per andare a visitare un luogo dove ho passato diversi anni della mia giovinezza: la Canottieri Bucintoro. Vogavo nel 4 con (con timoniere per i non addetti ai lavori).

Ma per cominciare ripartiamo dal sagrato della chiesa.


Questa attrezzatura serve a piantare le "bricole" che indicano il limite della navigazione o le "paline" dove si ormeggiano le barche


Questa invece serve a mettere nel Canale della Giudecca le barche della Bucintoro sunnominata. Ai miei tempi le mettavamo sull'acqua a mano, tutti insieme noi cinque dell'equipaggio


Le foto che seguono, rappresentano, possiamo dire, il museo della Bucintoro, ma solo la prima, che però è un monoposto, si avvicina a quelle che usavo io.





Anche questo kajak a due posti è dell'epoca, ma, io, mi servivo di quello ad un posto solo per divertirmi



A proposito sono tutte imbarcazioni a remi.


MODI DI DIRE
Tratto da Ciò zibaldone Veneziano

... censura ... censura ... censura ...

Scusate lo scherzo, ma queste sono le parolacce irrepetibili che il gondoliere lancia, non senza ragione, contro i piloti dei mezzi a motore responsabili del moto ondoso, tanto nocivo per le delicate strutture delle gondole.
Nota personale: nelle città di terraferma si fanno pure delle zone pedonali, ma, allora, perché non fare delle zone "gondolari" a Venezia (lol) ? Scusatemi, una seconda volta, la battuta perché la cosa non sarebbe fattibile.

30 commenti:

  1. Buon Ferragosto caro Elio. Ciao a presto.... vado a trovare le nostre montagne.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beata te. Buon Ferragosto e buona vacanza.

      Elimina
  2. Buon ferragosto caro Elio, il resto è sempre bello, Venezia è sempre Venezia.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso, buon ferragosto anche a te e famiglia.

      Elimina
  3. Bentrovato Elio, si le gondole sono belle ed hanno un certo fascino ...e Venezia , già pronunciare questo nome mi fa gioire l'anima ...
    Buon Ferragosto caro Elio ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Bianca, grazie della visita e buon ferragosto.

      Elimina
  4. Ciao buon ferragosto .
    Tiziano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo già fatto gli auguri a Tomaso per tutta la famiglia, tu compreso, ma te li ripeto con simpatia ed amicizia: buon ferragosto a te e famiglia.

      Elimina
  5. L'idea delle zone "gondolari" mi sembra ottima, magari la considerassero, ottima anche la notizia del divieto d'accesso delle grandi navi in laguna, era ora!
    Buon Ferragosto Elio a te e alla tua dolce metà, un abbraccio ad entrambi anche da Elettra!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sciarada, come ho precisato penso che sarebbe impossibile applicare la mia idea, visto che il Canal Grande non potrebbe essere diviso in due, ma pazienza. Per le navi trovo che il tonnellaggio sia ancora eccessivo. Si potrebbero creare al largo dei pontoni con dlle navette che porterebbero passeggeri e personale a Venezia. Si sono spesi miliardi di euro per un MOSE e non si trova qualche soldo per tentare un'operazione del genere.Grazie per gli auguri che contraccambiamo mia moglie ed io ai quali si aggiungono quelli dei nostri quattro gatti. ANdrò a trovare Elettra il prima possibile.

      Elimina
  6. ces grandes navires ont fait beaucoup de mal à la lagune.. mais aussi beaucoup de ces petits vaporetti ..par leur nombre.. alors si on pourrait revenir aux gondoles seules.. c'est sans espoir..?
    je te souhaite une belle fête.. chez nous , on ne fête pas.. :)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elfi, sarebbe bene arrivare a quello che dici, ma poi come fare le consegne senza utilizzare le barche a motore? Aumenterebbero ancora i costi e non tutti sarebbero disponibili ad accettare l'aumento dei prezzi al dettaglio. Secondo me l'ideale sarebbe di passare a dei mezzi a propulsione elettrica o ad aspirazione d'acqua. A suo tempo avevano messo in circolazione due vaporetti che creavano un moto ondoso molto limitatao, ma non so che fine abbiano fatto, né se sono ancora in circolazione. Lo sapevo che gli svizzeri sono gente seria e condivido il fatto di non festeggiare un 15 agosto che ricorda le ferie di Augusto.
      Un amichevole abbraccio.

      Elimina
    2. sur le lac léman (lago di ginevra) il y a un bateau solaire..idéal pour venise et son soleil...
      ici , nous avons un temps d'automne...

      Elimina
    3. Entièrement d'accord, Elfi. A la place du MOSE on pouvait utiliser les euros pour surélever Venise de 30 cm, construire un réseau d'égouts et des bateaux solaire. Bises.

      Elimina
  7. Risposte
    1. Grazie Erika, altrettanto a te e famiglia.

      Elimina
  8. Un mondo affascinante e che non conoscevo affatto.
    Però sapevo che i modi di dire dei gondolieri al passaggio dei natanti a motori è molto "pittorico"...
    Una bella estate a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carla, non mi sarei mai permesso di ripeterli nella loro integralità, anche se, lo confesso, in certe occasioni, ancora oggi, le uso. Quando qualcuno non rispetta la precedenza o si posiziona sulla fila per girare a sinistra e poi frega quelli che diligentemente erano in attesa, ecc. ecc.
      Un amichevole abbraccio.

      Elimina
  9. Affascinanti ed interessanti questi tuoi scatti...ciaoo Elio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carla, penso che per fine anno avrò terminato la traduzione e, quindi, sarò più presente nel 2015. Un caro saluto ed un abbraccio.

      Elimina
  10. Scatti suggestivi!
    Ti auguro una serena domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a te, malgrado il ritardo. Ciao Cavaliere, vengo da te appena posso. Solo nel 2015 potrò riprendere le visite abituali.

      Elimina
  11. Toujours de belles photos!
    Fais attention à ta boite aux lettres, je t'ai envoyé le CD
    Bon dimanche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu as raison, Elisabète. Je ne la regarde pas souvent. Merci pour le beau cadeau que tu ma fais. Bonne soirée.

      Elimina
  12. auguri per il libro e grazie per questi racconti di vita vissuta su Venezia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Carmine. Un caro saluto.

      Elimina
  13. Bello il kajak! :) lo ho preso una volta, divertentissimo, ma bisogna anche esser bravi a governarlo :D

    Ciao Elio ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché, pensi che un veneziano non ne sia capace? (lol). Sto pensando di comprarmene uno da mare, oppure passo al Paddle. Buonanotte.

      Elimina
  14. cara e silenziosa Venezia... perdersi nei suoi vicoli è un viaggio non per tutti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa, si dice che tutte le strade portano a Roma, ma tutte le calli di Venezia portano a San Marco od a Rialto e quindi non ci si perde. In ottobre sarò a Roma con mia moglie e degli amici che avevano piacere di ammirare la tua città. Io ci ho vissuto da bambino per un anno e mezzo e vi ho frequentato la terza elementare. Un amichevole abbraccio.

      Elimina