AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

giovedì 12 settembre 2013

VENEZIA - SOLUZIONE DEL QUIZ

 Allora, ha vinto Anna-Livia. Effettivamente la testa di leone si trova al di sotto della Punta della dogana sotto le arcate. Non lo si nota nella foto sottostante, che pubblico solo per rendere l'idea.
Devo aggiungere che la smorfia non può riferirsi al fatto che di fronte a lui si espongono ormai, in una bacheca di vetro, delle opere di arte moderna perché questa novità è recente. Quando sono passato io c'era ancora il ragazzo con la rana e, tutto sommato, non era male.

 

Già che ci sono, qualche foto dei dintorni pensando che mi farei volentieri un giro in laguna con la barca della seconda foto
 


 
 
MODI DI DIRE
 
TAGIAR TABARI 
(Tagliare tabarri)
 
Vuol dire sparlare di qualcuno, come se si tagliassero i vestiti per mettere a nudo la persona di cui si parla.
 
Faccio presente che il tabarro era un soprabito/mantello che si usava già ai tempi della Serenissima. Mio nonno, pace all'anima sua, continuava a chiedermi, quando ero giovanissimo "Dove ti ga messo el me tabaro?". Si riferiva naturalmente al cappotto. 

38 commenti:

  1. Ciao Elio a te e alla tua bella Venezia!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso, ma un giorno o l'altro vorrei fare il giro della Svizzera, dove non sono mai stato. A presto.

      Elimina
  2. Da noi a Trieste ancora l'appendiabiti viene chiamato "picatabari" ;)
    buon week-end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa non la sapevo e grazie per avermelo segnalato. Ciao Renata.

      Elimina
  3. Grazie, Elio e complimenti a Anna-Livia (ho conosciuto il suo blog grazie a te). Come sempre mi piace molto imparare questi modo di dire che pubblichi. Abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anna-Livia è stata una delle prime che sono andato a visitare perché cercavo i blog che parlavano di Venezia. Tra i miei amici/che follower ce ne sono diversi/e che amano la mia città e quindi se vuoi puoi andarli a trovare. Per i modi di dire preferisco inserirli nei post su Venezia, anche se potrebbero essere inseriti a parte. Grazie della visita Patzy e buona serata.

      Elimina
  4. E' il famoso "tagliare i panni addosso" peculiarità di ogni piccola comunità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Ambra, ma sai che si dice in tutta Italia nei differenti dialetti. Buon WE.

      Elimina
  5. caro Elio, j'ai rajouté la canzona au blu....
    merci!
    Martine di Sclos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merci Martine, je suis allé voir. Bon WE.

      Elimina
  6. Que preciosas fotografías Elio, Venecia debe ser un sitio encantador, mi familia es italiana pero del centro de Italia.
    Te dejo un fuerte abrazo, bella jornada!

    http://perfumederosas-cristina.blogspot.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristina, è poco ma sicuro che Venezia è una città fatta per gli innamorati. Quando siamo all'estero siamo tutti italiani e non ci sono più distinzioni di nord, centro e sud, cosa che dovrebbero capire certi politici di un certo partito in Italia e quelli che lo votano, per applicarlo anche sul posto. Ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  7. ciao Elio complimenti ad Anna Livia che ha indovinato e complimenti a te per le bellissime foto, grazie per il modo di dire con spiegazione, ciao a presto rosa, buon week end.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noto che i modi di dire ti piacciono e be sono contento. Certo che si possono trovare in altri dialetti o sotto forme diverse con lo stesso significato, ma io li prendo dal veneziano. Buon fine settimana.

      Elimina
  8. perdono perchè non ho potuto partecipare al quiz, ma concordo con te sul fatto che mi farei un giretto in barca e con quella barca pure io!
    Susanna Coscina di pollo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Susanna, non era obbligatorio partecipare e quindi non c'è niente da perdonare. La prossima volta che vado a Venezia mi informo sui tempi, sui modi e sui costi dell'escursione. Buon WE.

      Elimina
  9. sempre belle foto della bellissima venezia!!
    i dialetti certo che sono difficili da capire in qualsiasi regione d'Italia.
    carini pero' questi modi di sire... s'imparano sempre cose nuove, ciao felice weekend!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nanussa, sono contento che anche a te piacciano i modi di dire perché la maggior parte dei commenti verte quasi sempre sulle fotografie. Certo che questo non mi dispiace perché vuol dire che sono apprezzate. Ciao ed a presto.
      PS - Ho dimenticato di dire da te che Cip e Ciop ti hanno rubato una torta.

      Elimina
  10. Che bella Venezia come sempre ..ma il giro in barca me lo farei volentieri anch'io mio caro amico...
    Anche da noi in Liguria si usa dire "tagliare i cappotti" quando si parla voracemente di qualcuno....
    Si usa ancora la parola "tabarro" per gli antichi pastrani dei contadini..
    Sempre interessante il tuo bellissimo blog...
    Un bacio speciale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Nella ed io avevo precisato che il tabarro era una specie di mantello. Ho dimenticato di aggiungere che lo si metteva attorno passando sopra le spalle. Tipico dei contadini, ma in città era più raffinato. Grazie per il complimento e buon fine settimana. Ricambio il bacio.

      Elimina
  11. Lo farei anch'io un giro in barca ,ma abito molto lontano! Ciao ,buon w.e.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cettina, effettivamente sei un po' distante da Venezia, ma non si sa mai. Un giorno o l'altro, un aereo low cost ed hop .....

      Elimina
  12. Grazie Robby, buona domenica.

    RispondiElimina
  13. Risposte
    1. Ciao Kim, prima di risponderti sono andato a vedere il tuo blog e ci tornerò perché mi interessa scoprire il Giappone. Purtroppo non conosco l'inglese anche se ho capito la frase che hai scritto. La prossima volta che vado a Venezia, mi informerò delle modalità e dei prezzi per fare un giro nella laguna. Buona domenica.

      Elimina
  14. São sempre passeios agradáveis e bucólicos por sua Veneza.
    Espero que tudo esteja bem contigo, amigo.
    Beijos e carinhos de amizade na distância.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Teca. Per me è sempre un piacere andare a Venezia, anche se non è proprio una vacanza perché faccio da guida ai miei amici. Ma è piacevole rivedere i luoghi della propria infanzia. Ricambio i baci.

      Elimina
  15. Hola Elio!!!!! gracias por visitar mi casita y dejar hermosos comentarios! siempre es bienvenido querido amigo!
    Pasar a visitarlo es deleitar el alma con hermosas fotos de sus experiencias vividas en vuestros viajes, uds. hacen que yo lo haga tambien mirando su blog. Les mando un enorme abrazo desde mi querida Argentina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Teresita, verrò a trovarti il più possibile e contraccambiando l'abbraccio, ti auguro una buona domenica.

      Elimina
  16. Ola caro amigo,vendo estas belas fotos sinto uma saudade imensa das viagens que fiz á Veneza e dos maravilhosos passeios e momentos preciosos que tive nesta encantadora cidade.Se Deus quiser,ainda pretendo voltar novamente.Que bom saber que voces gostam de dançar,nós aqui também adoramos e costumávamos dançar muito.Agora já não com a mesma frequencia e com passos mais moderados.Mas tudo que inclui musica na vida da gente acredito ser muito saudável e trazer mais felicidade.Para conseguires os filmes que queres tem que ser pelo YOUTUBE.O própio dá opções para incorporar o filme no teu site.Aqui tem muita gente que até se especializou neste trabalho.Foi um grande prazer receber tua estimada visitinha.Nosso maior abraço.SU e BOB.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Suzane, allora se dovessimo un giorno incontrarci prenoteremo quattro posti in una sala da ballo. Io per i film procedo inserendo nel PC il mio film in formato Studio e poi con un programma che si chiama Format Factory, lo trasformo in RMVB che è lo stesso formato di YOU TUBE. Per la musica invece utilizzo DIV SHARE. Un abbraccio a tutti due e grazie per il commento.

      Elimina
  17. Un bel giro nei canali non sarebbe male.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cavaliere, la barca della foto è troppo grande per entrare nei canali e quindi si limita alla laguna. In compenso, fra qualche settimana, comincerò a pubblicare le foto che ho fatto durante un giro in un barchino nei canali di Venezia e di Murano. Buona settimana.

      Elimina
  18. Sei sempre super Elio. Non avevo mai visto questa testa di leone. Grazie per questa scoperta. Comunque grazie alle tue spiegazioni, indicazoni, modi di dire, quest'anno ho fatto un figurone con le amiche alla Biennale! Salutami il nipotino. Ora vado a conoscere Anna Livia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cri per il complimento e sono contento che i miei post ti siano serviti, sperando anche che le amiche abbiano apprezzato. Anna Livia è una innamorata di Venezia, ma mentre io faccio delle foto per seguire degli itinerari, lei predilige i particolari e ti grantisco che fa delle foto meracavigliose. Ti saluterò senzaltro Gianluca alla prima occasione, visto che abita a 950 km da me e che a 1 mese e 1/2 non conosce ancora il computer (lol). Buona settimana.

      Elimina
  19. Dejé aquí mi comentario, mencionando el bonito reportaje que nos dejas. Y, veo que no está! Porque?

    Un saludo muy cordial. Y, gracias por tu cercanía.

    RispondiElimina
  20. Dejé aquí mi comentario, mencionando el bonito reportaje que nos dejas. Y, veo que no está! Porque?

    Un saludo muy cordial. Y, gracias por tu cercanía.

    RispondiElimina