AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

giovedì 22 agosto 2013

VENEZIA - FINE DELLA VISITA ALLA TORRE [PARTE VIETATA AI MINORI ( LOL)]

La frase che ho scritto nel titolo forse valeva 50 anni fa, ma mi proteggo contro eventuali proteste.
Ci portiamo sull'ultima terrazza dove sono installati i Mori. Bisogna sapere che questa definizione è puramente veneziana perché, in realtà, si tratta di due pastori (vedere la pelle di pecora che li copre). Sono snodati all'altezza del busto per poter ruotare e battere il martello contro la campana. Questo avviene ad ogni ora. La statua di destra suona un colpo un po' prima della, chiamiamola così, scadenza e poi i due battono, alternativamente, tanti colpi quanto sono le ore che devono annunciare. Spero di essermi spiegato alla meno peggio.
Ed ecco il perché del titolo:
 



 
 
MODI DI DIRE
Visto che siamo in tema, continuiamo
 
Sto per de bale!
(Questo paio di palle)
 
Si risponde così quando si vuol dire che non si accetterà mai quello che propone la persona che si ha di fronte.

40 commenti:

  1. Caro Elio dopo le belle foto, ci voleva pure la bella battuta!!! Ciao amico sei grande.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, tu non sei da meno.

      Elimina
  2. Caro Elio, se qualcuno si scandalizza per dei nudi artistici, all'alba del 2013, sto per de bale!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bel commento Dony, hai ragione, ma avrai anche notato che ho scritto "lol". Buon fine settimana.

      Elimina
  3. ahah, non penso che si scandalizzi nessuno, siamo tutti vaccinati.) grazie per le bellissime foto, non le avevo mai viste cosi' dia vicino le statue, nemmeno il modo di dire non l'avevo mai sentito, se non ci fossi dovremmo inventarti, ciao grazie a presto rosa, buona serata.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosa, metti la visita nell'elenco delle cose da vedere la prossima volta che vai a Venezia. Inoltre il biglietto non è molto caro e si visita, come già detto in altri post, anche il Museo Correr e la Biblioteca Marciana oltre ad essere accompagnati da una guida. Per quanto rigurda i minori, il mio voleva essere solo un modo per introdurre il post. Ormai sono vaccinati anche i giovani di 8 anni. Buon WE.

      Elimina
  4. vietato ai minori perchè avranno si la pelle ricoperta di pelle di pecora ma due belle balle lasciate de fora!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enio, la mia voleva essere una presentazione del post perché oggi, i minori, ne sanno più di noi, forse.

      Elimina
  5. haha! Rido della risposta di Dony, qui sopra. Penso che l´ha detto tutto! Ho apprezzato questa visita alla torre, perche sono luoghi che non tutti hanno il tempo di accesso, quando visitiamo l'Italia come turisti! Grazie, Elio. Abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patzy, sono anch'io completamente d'accordo con il commento di Dony perché all'arte non si può applicare la censura. Altrimenti bisognerebbe mettere le mutande al David di Donatello ed a molte altre statue in Italia ed all'estero, oltre a ridipingerle sulla Maha Desnuda e su altri quadri. Ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  6. Ciao Elio, simpatico il tuo post, hai ragione, all'arte non si può applicare la censura :)
    Un abbraccio, buon fine settimana!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao Elio! E' un po' che manco e sono passata per salutarti..il tuo post troppo divertente!
    Un caro saluto da cristina
    p.s. vedi che serve il web?..a proposito grazie della visita e scusa se non ti ho risposto, sono stata via per un mesetto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristina, grazie per l'apprezzamento. Anch'io ormai ho diradato, contro la mia volontà, le visite a causa del tempo che mi prendono le varie associazioni di cui faccio parte. Inoltre penso che ognuno di noi abbia diritto a prendersi una vacanza o ad assentarsi per lavoro. Buona domenica.

      Elimina
  8. Hola Elio, muy Bueno el post
    En Arte no hay censura.
    Gracias por mostrarnos algo que pasa desapercibido, cuando se va de turista.

    Saludos, manolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Manolo, è esattamente quello che intendevo trasmettere. Nell'arte non esiste censura, ma nel mondo odierno ci sono sempre più contestazioni nei confronti di artisti soprattutto quando toccano il campo religioso di qualsiasi professione si tratti. Buona domenica.

      Elimina
  9. La tua simpatia è travolgente ELIO mio.....
    Vietato o non vietato è sempre un bel vedere..
    Un abbraccio forte.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei la prima a dirmi che sono simpatico e te ne ringrazio. E' proprio questo che volevo essere quando ho cominciato il blog. Ero incerto se farne uno un po' più impegnato (politica, cultura generale, musica classica od operistica), ma poi ho deciso di farlo più leggero presentando delle foto o dei film (altra mia passione). Per i "Mori", pensa che sono gli originali e non una copia come i quattro cavalli e quindi è sempre bello vedere delle opere d'arte originali. Forse oggi sarebbe facile renderli articolati sul ventre (per poter girare e battere con i martelli), ma pensa a quando sono stati costruiti. Il meccanico che ha aiutato lo scultore, doveva essere un genio. Buona domenica.

      Elimina
  10. dev'essere bello vedere e ascoltare questi rintocchi!
    buona sabato!
    Lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Lu, come è anche bello vedere i personaggi della natività uscire dal portello di sinistra, passare ed inchinarsi davanti la Madonna, e rientrare dal portello di destra. Questo però avviene solo in due occasioni, il giorno dell'Epifania e quello dell'Ascensione (la Sensa - in veneziano). Buona serata e buona domenica.

      Elimina
  11. Passo,leggo, non sempre commento,e di questo mi scuso perchè mi pare di curiosare di nascosto...ma questo post ha delle foto e delle notizie interessanti,ed il titolo è accattivante.
    La prima visita ai Bronzi di Riace,mi incuriosì la comoda panca a sedere posta in modo da poter osservare ed apprezzare il lato B dei due giganti,qualcuno li definì"una armoniosa poesia anatomica".
    Quanto alla censura,dei catanesi,suppongo dei buontemponi,hanno messo le mutande al Cavallo dello scultore Messina di Via Crociferi,(forse per la presenza di un convento di suore di clausura,con vista sul monumento? )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chicchina, l'importante non è commentare se un semplice passaggio basta per vedere se il post piace o no. Grazie per aver derogato e lasciato questo commento. I Bronzi di Riace li ho visti proprio nel primo anno della loro esposizione, ma non si poteva fotografare, causa flash, secondo l'avviso all'entrata. Io penso fosse più sincero dire: "Comperate le foto e le cartoline".
      Per le mutande al cavallo ritengo fossero piuttosto dei buontemponi, come gli alpini che una volta hanno infilato un fiasco di vino sulla spada della statua di Vittorio Emanuele in Riva degli Schiavoni a Venezia. Buona domenica.

      Elimina
  12. Ciao José, grazie della visita ricambio gli abbracci.

    RispondiElimina
  13. Hello Elio, pourquoi donc faudrait-il interdire cet article aux mineurs ? :-)) A mon avis, les mineurs en savent plus long que nous sur le sujet, ou du moins plus que nous à leur âge :-)))

    Félicitations encore (pas pour le post, mais pour la grand-paternité.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marie, era un modo di introdurre il post, ma se rileggi le prime righe vedrai che anch'io sono del tuo parere. Grazie per il rinnovo degli auguri.

      Elimina
  14. Je vois que la traduction automatique de mon commentaire a remplacé "interdire" pr interdict qui ne veut rien dire :-)))

    En tout cas, je te recommande le Grain de Raisin à Castelnau, et même le Coin des Gourmets, à la Pompignane.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma il traduttore non dovrebbe tradurre il francese, al limite sono io che dovrei chiedere la traduzione in italiano, ma non ne ho bisogno.

      Elimina
  15. I give up!!!!!!!!!!!!! Il est détraqué ton traducteur microsoft.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te, ma non ho trovato meglio.

      Elimina
  16. Grazie per questa Venezia per soli adulti!
    Belle le tue descrizioni e le tue immagini della città che ti sta nel cuore, e quest'ultimo post è simpatico e curioso.
    Buona serata,costantino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Costantino per i complimenti. Naturalmente si sa che oggi i ragazzini ne sanno più di noi quando avevamo la loro età. Buona settimana.

      Elimina
  17. congratulazioni ai nonni ai neogenitori e al giovane virgulto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pola, girerò anche al "giovane virgulto".

      Elimina
  18. Concordo in tutto con Nella, Elio.

    Apprezzo il "belvedere"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gianna, detto da una che di simpatia è stracarica, lo ritengo un complimento. La visita ai Mori è tutta un "bel vedere".

      Elimina
  19. Come si diceva in Francia "sans-coulotte" :) i nostri Mikeze e Jakeze (i mori del Campanon di piazza Unità) invece sono vestiti di tutto punto, a loro la cittadinanza aveva dato i nomi di due giudici, severissimi nei tribunali,
    ma come al solito vittime delle loro mogli, vere e proprie megere Tinza e Marianza!

    Buon Settembre Elio!!!!

    RispondiElimina
  20. Ciao Renata, forse a quel tempo i triestini erano più pudibondi dei veneziani. Del resto è risaputo che, ai tempi della Serenessima, non è che Venezia fosse una città di morigerati costumi. Buon settembre anche a te.

    RispondiElimina
  21. Belle foto sul serio. E soggetti... inusuali, ma artistici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuna censura all'arte, Adriano. Alla prossima.

      Elimina