AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

domenica 7 ottobre 2018

UN GATTO SCONTROSO

Vergognatevi, se entrassi io nel vostro WC, cosa mi direste ?

- Ma cosa è questo casino ? Scusate la mia provvisoria volgarità, ma se voi foste rinchiusi per cinque ore in una gabbia di plastica sui sedili posteriori di una vettura, circondato da una adolescente e da un ragazzino così eccitato come un rumeno al salone delle caravan, avreste anche voi i nervi a forma di batuffolo.

- Mamma mia, che viaggio lungo e pieno di noia ! Una vera tortura. La prossima volta che riascoltano lo stesso CD di Jean-Jacques Goldman, urino nella vettura. Eccoli avvisati !

- Siamo finalmente arrivati in una casa in rovina chiamata "casa di campagna". Per quello che è della campagna, la vedo bene e la civilizzazione è lontana. Ma si può decentemente chiamare questo ammasso di pietre una casa ?

- Viviamo attualmente in un rifugio di pietra, senza conforto, che odora come la mia lettiera dopo tre giorni senza pulizia. Quasi nessun mobile salvo un canapé consumato.
Non è un viaggio di 500 km che abbiamo percorso ma un viaggio di 500 anni addietro. Ho l'impressione di vivere in un remake del film "Les Visiteurs".

- Alla campagna i miei umani adulti hanno l'aria gioiosa e continuano a vantare i grandi spazi e la natura.
Ho l'impressione che la  loro figlia , come me, non condivida il loro entusiasmo, in modo particolare dopo aver scoperto che non ha alcun collegamento per il suo portatile.

- E voi chiamate questa una vacanza ? Io la chiamo l'inferno ! Sono già due ore che lavoro a mettere il mio odore ai quattro angoli di questa casa (se si può chiamare così).

Vedremo, tra un po', il seguito di questa "vacanza !!!!"



Non solo Edgar né ha diritto. Piccola siesta nella veranda da parte di Selma e Matisse

13 commenti:

  1. Bonne semaine qui arrive.
    Bisous

    RispondiElimina
  2. pas de panier vide... et nous , nous sommes rentrés, l'orage dans le gard nous à fait fuire :))) bises à toute la bande !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se è per questo è da stamattina che il temporale continua. Ho due centimetri d'acqua nel giardino posteriore. I gatti sono tutti rintanati nei vari panieri. Un abbraccio a tutta la tribù.

      Elimina
  3. Sempre un poco traumatico il cambio di residenza sia pure temporaneo per i gatti e lui certo non fa eccezione :-)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non solo per i gatti. Sapessi il trauma che ho avuto io con il trasloco in Francia. Per fortuna che ero motivato ed ho superato il tutto. Ciao ed a presto.

      Elimina
  4. E' sì , il solito brontolone mai contento . Invece di spargere il suo odore
    per la casa , che dia un aiuto ai suoi padroni . Se vuole tutti i comfort che
    vada in albergo ....Buona settimana Elio . Qui fa ancora caldo .
    Abbraccio Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa vuoi fa la sua parte di gatto scontroso e quindi non può fare a meno di brontolare. Qui faceva caldo sino ad ieri ma, con il temporale in corso, la temperatura è scesa a 18° fuori e 23° in casa. Ricambiamo l'abbraccio.

      Elimina
  5. Siempre hay alguien que no está contento por mucho que se haga por ellos, y en este caso es el gato.....Tranquilo que ya se le pasará.
    Un abrazo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordo con te Manuel. Pensa che ormai i nosri gatti hanno trovato una mimica per faci capire cosa vogliono. Ricambio l'abrazo.

      Elimina