AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

giovedì 14 giugno 2018

VENEZIA PER SEMPRE

Allora, prima di pubblicare le foto, vorrei parlarvi della "Strada più bella del mondo" come definita da Philippe  de Commynes, ambasciatore di Carlo VIII (siamo nel 1494). Ora questa Strada (secondo lui) era il Canal Grande. Naturalmente l'appellazione di strada era impropria perché, mentre nelle altre città del mondo si possono aprire ancora delle strade, a Venezia è ormai impossibile.

Fondata su 118 isole, una volta edificata l'ultima, non c'era più spazio per andare oltre. Venezia comincia da Piazzale Roma e finisce a Sant'Elena. Dopo si va in barca o si nuota.

Nel Canal Grande confluiscono 45 canali secondari in un incredibile sistema di circolazione urbana via acqua che si aggiunge alla circolazione terrestre per chi ha voglia di camminare (calli, callette, fondamente, corti, campi, campielli, porteghi, sottoporteghi ed altro), sempre che non ci sia l'acqua alta. E' ovvio che sul Canal Grande sia passata, nel bene e nel male, la storia di Venezia. Un insieme di eventi su 3 km e 800 metri sotto le finestre dei vari palazzi e delle case che vi si affacciano.

Il primo personaggio di cui si abbia notizia per il passaggio sul Canal Grande è Federico Barbarossa,  l'11 luglio 1177. Sconfitto dalla Lega Lombarda (nessun riferimento all'attualità politica odierna) arriva a Venezia per incontrare, grazie al doge Sebastiano Ziani, il Papa Alessandro III dinanzi al quale si inginocchia per chiedere la pace. Troppi sono i potenti che si sono succeduti dopo di lui vedendo il Canale dal Bucintoro o da semplici gondole, salvo Mussolini che detestava le gondole indegne dei tempi moderni e utilizzò dei motoscafi o dei mezzi d'assalto della Marina, più consoni alla sua idea.
Il solo personaggio che non ebbe gli onori del passaggio lungo il Canal Grande fu l'imperatore Francesco Giuseppe che trovò tutte le finestre chiuse ed i balconi spogli perché i veneziani non potevano perdonargli le troppe condanne a morte che aveva firmato, malgrado la presenza della Principessa Sissi, appena sposata e, per il momento, ancora innamorata.
I veneziani non badavano a spese, anche se pieni di debiti, quando era in gioco l'immagine della loro città. Ogni barca (rinuncio a farvene l'elenco) si preparava in festa per diventare una specie di carro allegorico per l'ospite ed ogni proprietario cercava di fare l'impossibile per impressionare l'ospite. Del resto, nell'attuale sfilata prima della regata storica, ci sono delle ricostruzioni.
Su apposite "peate" suonavano delle orchestre o si esibiva un corpo di ballo. Ancora oggi lo si fa per la festa del Redentore.
Mi fermo qui e pubblico le foto.
Il resto della storia alla prossima puntata (come si diceva in TV molti anni fa.











Ciao.

8 commenti:

  1. Caro Elio, queste belle dicono sempre che Venezia è unica nel mondo!!!
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei super veloce e me ne compiaccio. buona serata e ricambio naturalmente l'abbraccio ed il sorriso.

      Elimina
  2. C'est vraiment une très belle ville.
    Bisous

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elisabete. Lo riferirò a tutti i veneziani la prossima volta, sperando di trovarti un bel ditale. Un abbraccio.

      Elimina
  3. Simplesmente espetacular!!!
    As palavras sempre vão ser insuficientes para traduzir toda sua beleza.
    E meu postal ainda não chegou...
    Beijos

    Joelma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cia Joelma. Per quanto riguarda le "palabras", cerco di usarle al meglio e mi piacerebbe essere un poeta per illustrare la mia città natale. Non capisco perché non ti arrivi la cartolina. Sono sicuro che ho scritto l'esatto indirizzo e l'ho inserita in una cassetta delle lettere speciale perché arrivi velocemente. Quindi un postino italiano o uno brasiliano se la sono tenuta. Per compensare la tua delusione ti invio via gmail due foto dedicate espressamente a te. Un abbraccio.

      Elimina
  4. Cosa sono tute queste preferenze x Joelma ? Ha!Hah! Le foto sono bellissime ed i palazzi stupendi . C'è di che andarne fieri . Anch'io , a suo tempo ho comperato un libretto di Venezia in Inglese . Lo avrai letto anche tu che a
    secondo del periodo si sono susseguiti vari Stili . Byzantine , Romanesque ,
    Gothic , Renaissance ,Baroque , Neo-classical . Parecchi Architetti si sono
    susseguiti negli anni , tra cui il Palladio e il Canova .
    Scusa se ho scritto troppo , ma mi lascio prendere.....Buona settimana .
    Ve mando un baso para un . Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La preferenza data a Joelma è conseguenza di più mesi di contatto da quando lei mi ha inviato due ricordini per me e mia moglie. Senza nulla togliere agli altri follower. Solo per dirti avrei dovuto trovare per Elisabete almeno un ditale Veneziano e non sono riuscito a farlo perché ormai a Venezia si vendono solo delle "cinesate" (scusa il termine).
      Il Palazzo Ducale è una sintesi degli stili da te elencati. Tra i vari architetti non bisogna dimenticare Lorenzo da Ponte che ha battuto anche Michelangelo e Palladio per la costruzione del ponte di Rialto.
      Un abbraccio e se vuoi mando anche a voi due foto speciali.

      Elimina