AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

domenica 14 dicembre 2014

TORNIAMO IN BORGOGNA

Una delle caratteristiche della Borgogna sono le dolci ondulazioni (non ci sono alte montagne) ed il verde senza fine. La regione è quasi interamente occupata dal "Plateau de Langres" composto da modeste alture collinari (massimo 639 metri sul livello del mare). Il clima è logicamente continentale e d'inverno le temperature medie vanno mediamente da -1 a +2 gradi C.
Continuiamo con un po' di storia. Il reame creato dai Burgundi (Regno di Borgogna) venne annesso dai Franchi e, dopo l'epoca Carolingia ridivenne indipendente scorporandosi poi in vari territori più o meno indipendenti e divenendo Regno delle due Borgogne. Quest'ultimo fu successivamente incorporato al Sacro Romano Impero.

Qui ci troviamo sempre a Seurre ed ho fotografato questa casa per far notare che le abitazioni sono costruite con mattoni, al contrario di quelle della Francia del sud. Il motivo è da ricercare nel fatto che le zone circostanti erano piene di creta e quindi era più facile fare i mattoni che importare altri tipi di materiale da costruzione.




La casa che vedete qui sotto viene definita " à colombages", cioé a pannelli di legno. La parola "colombage" deriva da "colomba" che nel passato indicava il montante o gli stipiti delle porte. Si costruiva prima l'ossatura in legno e poi si riempivano i "vuoti" con mattoni a pannelli di altro tipo di materiali.


Invece di perdere tempo a scrivere ho pensato bene, e questo vale anche per i post successivi, di fotografare il pannello che descrive ciò che fotografavo. D'accordo al massimo si legge l'intestazione, ma si può sempre usare CTRL + rotellina per ingrandire.


Notate la porta finestra sulla sinistra della foto. Si tratta di un'apertura che consentiva ai proprietari della casa di mettere fuori un bancone per vendere i loro prodotti, quindi è la parte negozio.



L'arco sopra la porta d'entrata



L'altorilievo a sinistra della porta d'entrata. A me sembrava un gallo, ma mi hanno detto che è un dragone.


Al centro le armi del casato


Ed a destra un altro altorilievo rappresentante un uccello


Riposiamoci un po' perché la visita sarà lunga. Alla prossima.

14 commenti:

  1. Ciao Elio con tè e sempre bello viaggiare che sia Venezia o la Francia e sempre un piacere.

    Tiziano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tiziano fra poco arrivo per gli auguri. Xe anca un piaser aver la to visita.

      Elimina
  2. Molto bella la casa "à colombages" :) Un tipo di architettura che ovviamente conosco poco, e "sa" di luoghi freddi e innevati... molto bello davvero :)

    Un saluto Elio, buona settimana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai preso in pieno. Venivano proprio costruite per avere un riparo termico al freddo esterno. E ti garantisco che da quelle parti non si cherza. Buona settimana anche a te.

      Elimina
  3. Risposte
    1. Grazie Elisabete, buona settimana anche a te.

      Elimina
  4. Sei sempre un bravo cicerosone caro Elio!!!
    Un augurio grosso grosso e di cuore per serenissime feste natalizie. ciaooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di potervi portare in altri posti piacevoli. Ho in programma delle belle camminate munito, naturalmente, di macchina fotografica. Contraccambio di tutto cuore i tuoi auguri.

      Elimina
  5. Eu ainda não me cansei de ver suas fotos que são muito boas!
    Estive na Europa há alguns anos mas não fui à Itália terra de meus avós paternos.
    Meu avô era de Áquila. Chegou aqui no Brasil em 1889.
    Um forte abraço, Feliz Natal e Bom Ano Novo a você e família!
    VitorNani/Hang Gliding Paradise

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi italiani siamo partiti in tutto il mondo ed in modo particolare in Brasile, Argentina, USA, Canadà, Germania ecc. ecc. Aquila purtroppo ha subito qualche anno fa un potente terremoto, ma si sta riprendendo. Ricambio gli auguri.

      Elimina
  6. Il tuo post insegna storia e architettura . Mi è piaciuto . Se non sbaglio , sei Veneziano , Venezia ,
    la mia città preferita .Me ne pubblichi uno su Venezia ? Te ne sarei grata.
    BUON NATALE E FELICE ANNO NUOVO. Laura A.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Laura, verrò a trovarti appena finito qui. Sono nato a Venezia,e se vai indietro di qualche post potrai vedere dove abitavo. Ogni fine settimana ho fatto e faccio un post su Venezia e questa sera ne pubblicherò ancora uno. Se nella ricerca del mio blog (tra i gadget) digiti "Venezia" avrai una grande quantità di post con relative foto. Grazie per gli auguri che ricambio unitamente a mia moglie.

      Elimina
  7. Una bella lezione di storia e d'arte.
    Ti auguro un sereno anno nuovo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cavaliere, ma su questa regione della Francia ci sarebbe talmente tanto da dire che si è costretti a scegliere le cose principali. Grazie per l'augurio che contraccambio.

      Elimina