AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

lunedì 28 luglio 2014

SEMPRE A LATTES - PER LA FESTA IN MASCHERA

Forse la cosa diventerà monotona, ma penso di battere il ferro finché è caldo e quindi vi riporto a Lattes per vedere ancora qualche maschera di quelle che deambulavano per farsi fotografare ed ammirare, come del resto si fa a Venezia durante il carnevale (la differenza era solo la temperatura e non li invidiavo certo sotto tutta quella stoffa e con il caldo che faceva). Tutte le foto che ho scattato le ho inviate all'associazione "Les masques vénitiènnes de France"che mi ha caldamente ringraziato ed informato che verranno utilizzate per il prossimo flayer che faranno. Ne sono soddisfatto.



Le due foto che seguono sono più adatte a "Pirati dei Caraibi" che alla Repubblica Veneta






E' vero, le macchine non esistevano ai tempi della Serenissima, ma come si può rinunciare a fotografare una bellissima FIAT del secolo scorso?


Alla prossima!

13 commenti:

  1. Cara Elio, rivedere le maschere veneziane è sempre un piacere.
    Caio e buona serata caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Beh la Fiat del secolo scorso a Venezia con le maschere in tinta mica si vedono tutti i giorni eh...
    Ciao a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordo Carla, ma, trasportandole con delle chiatte si potrebbe vederle in Piazza San Marco. Sinceramente, spero proprio di no! Buonanotte.

      Elimina
  3. Stupende, assolutamente stupende!!!
    Meriti che abbiano una certa attenzione in più, bella notizia sapere che avranno una posizione di rilievo, complimenti!
    Ovviamente adooooro la Fiat!
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai, mi piacerebbe possederla, tanto mia moglie ha paura della velocità ed appena corro un po' comincia a bastonarmi (lol). Grazie per il complimento ed appena posso arrivo. Buonanotte.

      Elimina
  4. Belli i pirati dei caraibi! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai, hanno colpito anche me, anche se non sono proprio in tono con il carnevale veneziano erano proprio belle. A presto, se posso.

      Elimina
  5. Le maschere con la vecchia Fiat sono un vero capolavoro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Tropa graxia Sant'Antonio" come si dice a Venezia. Un capolavoror? Mi inchino e ti bacio la mano, tenendo le labbra ad un centimetro come stabilisce il galateo di Monsignor della Casa (lol). Grazie Ambra, un amichevole abbraccio.
      PS - La X di "graxia" sta al posto di una doppia S, quindi "grassia" per la pronuncia.

      Elimina
  6. pazzi scatenati... con questo caldo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordo, ma quel giorno c'era un leggero venticello. Buona serata.

      Elimina
  7. a me queste maschere, non so perchè, hanno sempre fatto un po' paura

    RispondiElimina