AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

lunedì 10 aprile 2017

SAGGEZZA DEL GATTO 15

L'arte di prendere l'aria

Vivere all'aperto e senza frontiere. Un sogno impossibile per un gatto d'interno, ma, in ogni caso egli non manca di aria.

Da quando è stata inventata la "gattaiola", il gatto è riconciliato con la porta verso la strada o verso il giardino, esce secondo il proprio umore. Quello che vuole è prendere l'aria. In un appartamento al sesto piano, senza terrazzo, rischierebbe di asfisiarsi, ma ha del fiuto. Si installa subito dietro la finestra semiaperta e respira a pieni polmoni l'aria della campagna o della città.
E' qui che egli sniffa l'aria e poco importa la qualità della stessa. Il gatto ama sentire le tendenze del nostro mondo. Il suo sesto senso gli permette di indovinare gli avvenimenti. E' dotato di uno strano potere e di una intuizione molto sviluppata. Il gatto percepisce le vibrazioni comunicate dal pensiero.
Prende l'aria non soltanto per avere dell'ossigeno, aerarsi lo spirito, mettersi in movimento se ha la possibilità di uscire, ma anche per non essere al di fuori del mondo ed avere il suo proprio posto.

E NOI ?
Catturare la vita che passa, tentare di comprendere la strada che prende il mondo è essenziale per beneficiare di una perfetta integrazione nella società del mondo attorno a noi e di sentirsi bene come in una seconda pelle.


Mia moglie ed io non lasciamo uscire i nostri gatti malgrado che questo possa essere una restrizione. Come vedete dalla foto Matisse è un po' imbronciato ma poi gli apriamo la veranda od una finestra e si calma. Purtroppo vincino a noi passa una strada dove c'è il limite di 30 all'ora ma molti automobilisti se ne fregano altamente. Non vi dico quanti gatti morti, o in procinto di divenirlo, ho raccolto per portarli da un veterinario ed obbligarlo ad accomplire i suoi doveri legali per incenerire il poveretto passato sotto le ruote della vettura. Riflettete autisti, riflettete.

10 commenti:

  1. Caro Elio, le tue informazioni sui gatti sono veramente interessanti!!!
    Ciao e buona settimana santa con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso. Tanti cari auguri di buone feste pasquali anche a te.

      Elimina
  2. Anch'io noto una certa "smania" nel nostro Alfredo ad uscire appena può sul balcone. A volte entra ed esce freneticamente attraversando la gattaiola con tale velocità che mi sembra si possa fare addirittura male. Sono degli esseri splendidi i gatti.
    Ciao Elio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Naturalmente i miei post li traggo da un libriccino che mi ha regalato mia moglie ma prima di pubblicare controllo bene il comportamento dei miei. Buona Pasqua ed a presto.

      Elimina
  3. Sempre piacevoli da leggere i tuoi post sui gatti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniele. Ne ho ancora per 7 post e poi passerò ad altra cosa, pur restando forse sempre sull'argomento. Un cordiale saluto.

      Elimina
  4. Anch'io ho un gatto e non lo faccio uscire, ha comunque degli spazi esterni dove sta tranquillamente, però fuori, come hai scritto bene tu, in tanti, troppi, non badano per nulla a loro e possono fargli del male, quindi preferisco evitarlo, proteggendolo e tenendolo in un ambiente sano e controllato.

    Un saluto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il pericolo è innanzitutto durante la notte. Il gatto vede passare il chiaro dei fari che puntano più avanti della vettura e, credendo passato il pericolo, attraversa la strada finendo invece sotto le ruote. Io preferisco tenerli in vita e spesso si mettono nella veranda dotata di una griglia in ferro battuto (per poter tenere aperte le porte scorrevoli) e guardano la TV cioé la mangiatoia esterna per gli uccelli che loro però non possono raggiungere. Ciao Maurizio, buone feste pasquali.

      Elimina
  5. Sono passata per un saluto. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Robby. Grazie della visita e del saluto che contraccambio. Già che ci sono tanti cari auguri di buone feste pasquali a tutta la famiglia (Will compresa, naturalmente).

      Elimina