AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

mercoledì 2 novembre 2016

ABBAZIA DI FONTFROIDE

Continuando sull'argomento dei catari vengo ad una situazione contraria nel senso che l'abbazia del titolo era contro di loro.
Qualche anno fa avevo postato un clip sull’Abbazia di Fontfroide senza però parlare della sua storia. Quindi faccio ammenda e torno sull’argomento.
L' abbazia di Sainte-Marie de Fontfroide o, semplicemente, di Fontfroide è una ex Abbazia cistercense francese risalente alla fine dell'XI secolo e situata a 15 km a sud-ovest di Narbonne, vicino al confine con la Spagna.
L’abbazia si trova nel cuore di una valle tranquilla delle Corbières, in una magnifica cornice di pini e cipressi, un complesso architettonico davvero incantevole, fondato alla fine dell'XI secolo da una comunità di monaci benedettini poi passati all'ordine cistercense nel 1145.
Splendidamente restaurato, questo monumento aperto al pubblico tutto l'anno, può essere apprezzato nel corso di una visita guidata della durata di circa un'ora o tramite una visita tematica. E' possibile ammirare luoghi traboccanti di serenità, come la chiesa abbaziale del XII secolo con vetrate moderne, il chiostro con colonnine romaniche, la maestosa sala capitolare con colonne di marmo e gli edifici dei monaci e dei conversi, senza dimenticare ovviamente i giardini terrazzati e il bellissimo roseto con almeno 2500 cespugli di rosa!
L'abbazia propone degustazioni di vini che si fregiano del marchio di Denominazione d'Origine Protetta (AOP, in Francia) Corbières, così come numerosi eventi culturali, concerti di musica classica, mostre e altro ancora, come la festa delle piante che si tiene a maggio
Venne fondata nel 1093 dal visconte di Narbonne, ma rimase povera e sconosciuta fino al 1144 quando venne affidata ai cistercensi. Poco dopo il conte di Barcellona donò della terra in Spagna, per la costruzione del grande monastero catalano di Poblet, del quale Fontfroide era la casa madre, e nel 1157 la viscontessa Ermengarda di Narbonne donò una grande quantità di terra a livello locale, garantendo in tal modo la sua ricchezza. L'abbazia ha combattuto insieme a Papa Innocenzo III contro la dottrina eretica dei catari che vivevano nella regione. Venne sciolta nel 1791 nel corso della rivoluzione francese.
Venne rifondata nel 1858 dai monaci dell'abbazia di Sénanque. La comunità venne condotta fuori dalla Francia, a causa di cambiamenti giuridici, nel 1901. I locali, che sono di grande interesse architettonico, passarono in mani private nel 1908, quando gli artisti Gustave Fayet e Madeleine d'Andoque li acquistarono, per proteggerli, da un collezionista statunitense di sculture. Essi ripristinarono gli edifici in un certo numero di anni e li utilizzarono poi come un centro per progetti artistici.
Il complesso è ancora oggi in mani private ed è un museo visitabile. Nei terreni adiacenti all'abbazia si produce il vino DOC Corbières sotto il controllo dell'Istituto nazionale delle denominazioni d'origine francese.

LE MIE FOTO



















12 commenti:

  1. Immagini bellissime, un luogo incantevole!
    Un abbraccio da Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Beatris, ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  2. Belle foto Elio , e ben tenuto il castello , assomiglia un po a quello di Gavi-AL
    dove visse la contessa Gavina ( francese ) e dalla quale prese il nome la
    cittadina . Ho messo un commento anche sul post precedente . A presto . Umarmung

    RispondiElimina
  3. Ciao Laura, sarà un enorme piacere visitare il castello di Gavi, sempre che noi potremmo venire a trovarvi. Passo al post precedente e ti mando "un strucon" (da trovare su un vocabolario veneziano-italiano). Buona serata.

    RispondiElimina
  4. Ma figurati se non so cosa vuol dire strucon !!! Anche senza vocabolario .
    Ricambio . Qui piove con allerta...Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui hanno dato l'allerta (allerte orange) ma in realtà abbiamo avuto una piccola pioggerella. Spero che il tempo si stabilizzi perché, su autorizzazione del kiné, posso riprendere la bici. Buona serata e buona domenica.

      Elimina
  5. Le abbazie mi infondono una tale serenità. Ho visitato quella di Sénanque nel 2014 immersa nei profumi della lavanda ed è stato meraviglioso. Caro Elio, un abbraccio fortissimo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero ed inoltre quando fanno un concerto di musica classica al loro interno non manco mai di andarci. La serenità si raddoppia immediatamente. Ricambio l'abbraccio e buona serata domenicale.

      Elimina
  6. Bellissime foto e posti incantevoli!
    Grazie per la condivisione
    Un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Anna per la visita. Aspettiamo la prossima lezione di cucina e buona settimana.

      Elimina
  7. coucou elio... nous avons voulu la visiter en famille...mais.. chiens interdits, même dans un sac..
    tes photos me rappellent la visite que j'ai faite toute seule! :))) bises

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spiacente per il tuo consorte che credo avrà custodito i "bambini". Bises a tutti quattro anche da parte di Denise. Buon proseguimento di settimana e vengo a trovarti al più presto.

      Elimina