AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

giovedì 1 maggio 2014

VENEZIA

Torniamo tra i canali di Venezia. Tutte le mie amiche ed amici (Clin d’œil à mes amies francophones) riconosceranno dove ho scattato queste due foto. 




Anche le donne si danno alla voga e ne sono contento (La posa della poppiera è molto bene, ma la proviera deve ancora imparare)


La chiesa della Madonna dell'Orto


E si continua





MODI DI DIRE
Scamufar i capiteli
(Scoprire gli altarini)

Quindi, levare gli orpelli, gli addobbi (in veneziano i "camufi"*) e scoprire ciò che si cela al di sotto dei "capiteli". Cioè sventare l'inganno, subodorare la trappola tesa.
(*) Dal latino "camuffare" = coprire il capo.
Tratto dal libro di Gianfranco Siega.

32 commenti:

  1. Encore de belles photos! Sais-tu qu'Amsterdam est aussi appelée "La Venise du Nord"? C'est ce que j'ai appris quand j'y suis allée.
    Amicalement

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Elisabete, ne sono al corrente, ed inoltre hanno fatto una cosa che, in 40 anni, Venezia non ha fatto: creare una rete fognaria lungo i canali che oggi hanno un'acqua pulita al contrario della mia amata città natale. Un abbraccio.

      Elimina
  2. Non ho la minima idea Elio. E' imperdonabile ma non sono mai stata a Venezia. In famiglia tutti ci sono stati ma io mai. Bellissime le foto comunque. Almeno conosco la città tramite le tue foto. Volevo dirti che hai ragione, quell'albero è il colistemon. Io e mia figlia nemmeno lo sapevamo quando abbiamo scattato le foto. Una mia amica australiana me lo ha fatto notare. Che sorpresa avere un albero australiano in Sicilia. Un caro saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca, ne ho uno nel mio giardino anteriore ed è in piena fioritura. Una bellezza. Solo per curiosità, qui n Francia lo chiamano anche "rince bouteiiles" (lavabottiglie) e penso che capirai il perché. Per Venezia, se decidi di andarci, scrivimi che ti dò delle dritte. Ricambio il saluto.

      Elimina
  3. Τι υπέροχες φωτογραφίες αγαπητέ μου Elio από την όμορφη Βενετία!!
    Πρώτη φορά είδα γυναίκες γονδολιέρι!
    Καλό μήνα και πολλούς χαιρετισμούς

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Magda, le donne non sono gondoliere, fanno della voga solo per il loro piacere. Il mondo dei gondolieri è piuttosto chiuso e "macho". Per quello che mi risulta c'è una sola "gondoliera", ma è impiegata nei traghetti (le gondole che passano da una parte all'altra del Canalgrande). Fprse perché i gondolieri vogliono conquistare le straniere? (lol). Un abbraccio.

      Elimina
  4. Come sempre belle foto e il modo di dire non lo conoscevo affatto, è bello scoprire cose nuove!
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Adriana, spero di fartene conoscere ancora qualcuno di particolare. Buon fine settimana anche a te.

      Elimina
  5. Che bei posti!! Buon fine settimana!!!!

    RispondiElimina
  6. ciao
    fotografie belle.
    Questo modo di dire mi è stato insegnato da mia nonna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roby, è esattamente così che si tramandano le cose. Anche se traggo da due libri i modi di dire, molti li avevo già imparati verbalmente da mia nonna e mia madre. Una carezza a chi sai.

      Elimina
  7. bei posti ti invidio per te che ci sei stato e per le bellew foto che ci hai postato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ero a Venezia ai primi di aprile, ma ho vissuto 30 anni nel centro storico ed altri 27 in terraferma. La conosco come le mie tasche ed oggi ho problemi a trovare nuove foto, anche se ne ho una buona scorta. Ciao Enio ed a presto, se posso.

      Elimina
  8. Certo che non avesse le fognature non lo sapevo,era ora comunque! Ti aspetto da me e buon fine settimana Elio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Olga, Venezia non ha mai avuto e non ha ancora una reta fognaria. Tutto va nei canali, ma il peggio non sono i residui umani, sono tutti i metalli pesanti che arrivano nell'acqua a causa dei detersivi vari che si usano. I granchi ed i pesciolini che cerano ai miei tempi, sono completamente spariti. Buon WE anche a te.

      Elimina
  9. Sempre interessanti le tue foto. Certo girare Venezia in barca è un'altra cosa. Una volta abbiamo girato con la barca, certi dicevano che con le imbarcazioni private, rispettando alcune limitazioni, si poteva, altri dicevano che era vietato. Noi abbiamo girato col motore al minimo ed è stato bello.
    Buona giornata Elio
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dipende tutto dalla stazza della barca, ma visto le enormi navi che entrano in Bacino San Marco non so come si potrebbe giustificare il divieto di accesso a barche piccole e medie. Ero anch'io su una barca con motore fuoribordo di piccola potenza, ma un giorno mi piacerebbe riprovare la voga alla veneziana. Buon WE.

      Elimina
  10. Ciao Elio. Sempre foto stupende di luoghi stupendi.
    Buon weekend.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ambra e buon fne settimana.

      Elimina
  11. Bella Venezia, non ci sono mai stato, ma ci sono passato vicino. Prima o poi... :)

    Un saluto, belle foto, anche nei post precedenti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maurizio, sono già passato 30 secondi fa da te e mi sono messo tra i tuoi follower. Se decidi di andare a Venezia, scrivimi che ti dò delle dritte. Basta cliccare sulla mia caricatura, tra i gadget, per raggiungermi. Buon WE.

      Elimina
  12. Che belle foto! Mi piace piu' di tutto quell'altorilievo!!!
    Un caro saluto e buon weekend! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Irene, grazie per il commento. Su quell'altorilievo c'è tutta una storia. Si trova sul retro di un palazzo, quasi di fronte alla Chiesa della Madonna dell'Orto, la cui entrata principale è nel Campo dei Mori. In realtà le tre staue sul davanti non sono dei Mori, ma i tre fratelli Mastelli, commercianti di sete e spezie, oltre che banchieri. Si dice che l'altorilievo rappresenti uno dei loro servitori ed ha dato il nome al palazzo che si chiama appunto Palazzo Mastelli del Cammello. C'è anche una leggenda sull'origine delle statue alla quale io non credo e sarebbe troppo lunga da spiegare qui. Buon fine settimana.

      Elimina
  13. Grazie per le belle foto e per le varie nozioni. E' sempre un piacere venire nel tuo blog

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabrina, della visita e dei complimenti. Spero tra qualche giorno di venire a trovarti perché sono un po' occupato con visite mediche. Sai, alla mia età .....
      Buona serata.

      Elimina
  14. Ciao Elio sono passata ad augurarti una buona domenica. A presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cettina, spero che l'abbia passata bene anche tu. Non ho fatto altro che fare delle e-mail che avrei dovuto fare la settimana scorsa. Ah, no. Ho anche pulito i due giardini. Un caro saluto.

      Elimina
  15. Ciao.
    Bom dia.

    Que todos tenhamos um dia de domingo bom. Com muito sol, paz e harmonia.
    Que o Criador, não esqueça jamais, das nossas lutas, mesmo aquelas individuais, e nos contemple com a sua piedade divina, e sobre tudo o seu perdão.
    Que a família continue sendo Sempre, o acolhimento de cada um de nós.
    Abraços.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao José, in definitiva la domenica si è passata abbastanza bene e così spero anche per te. Contraccambio i tuoi auguri e ti invio un amichevole abbraccio.

      Elimina
  16. Sono appena tornato da Venezia e ha la testa ancore piena di immagini e di sapori. Il tuo commentario sulle donne alla voga mi rammenta un bel momento del mio viaggio. Durante il soggiorno, ho visitato l'orto del convento dei fratelli capuccini, dietro alla chiesa del Redentore, sulla Giudecca. Il frate che ci ha ricevuti mi ha fatto vedere una bellissima caorlina vecchia di 200 anni e mi ha detto che i frati partecipano alla vogalonga con quella barca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Aldo, ed io, se abitassi ancora a Venezia parteciperei con la Bucintoro la mia amata associazione remiera che ho abbandonato con grande dispiacere. Non dirlo però a quelli della Querini, gli eterni rivali. Per il convento mi hai dato un'idea nel caso degli amici francesi mi chiedessero di partire assieme. L'ultima volta non ci ho pensato. Buona serata.

      Elimina