AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

lunedì 28 gennaio 2013

MAS NEUVE

Ci siamo già passati due volte e queste foto sono le ultime, scattate tutte attorno alla chiesetta che vi ho fatto vedere nel precedente post su questo luogo.


































17 commenti:


  1. Che belle foto. Che voglia di essere lì, di essere in primavera !!
    Qui ancora inverno e neve.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Viola, queste foto le ho fatte in settembre. Purtroppo anche qui abbiamo freddo e vento. Non so se domani potrò uscire in bicicletta. Ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  2. un peu de vert ..fait du bien!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordo Elfi, ma troppo mi impedisce di andare a correre in bicicletta, in modo particolare se è a raffiche. Ciao.

      Elimina
  3. e dove si trova questa meraviglia ? in quale paese, in quale regione ??
    bello, sembra anche un posto isolato e tranquillo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora si trova in Francia, Languedoc-Roussillon e lo ho raggiunto a piedi con qualche amico partendo da Saint Sauveur di cui ho già scritto più volte. Sono sei ore di marcia fra andata e ritorno, ma quale gioia, alla fine. Ciao.

      Elimina
  4. Caro Elio, non ci si stanca mai di guardare le tue belle foto...
    Buona serata amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, altrettanto a te e grazie per il complimento.

      Elimina
  5. Bel borgo con degli ottimi spunti per dipingere....che aspetti??
    Ciao Elio,buona serata!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetto di riprendere un po' di coraggio e di mano. Quindi per il momento utilizzo la matita per riprendere il disegno. Poi vedremo nel futuro. Ciao e grazie della visita.

      Elimina
  6. Degli angolini davvero deliziosi e poi le targhe e i lampioni, veramente un bel paesino.
    Buona settimana...qui non abbiamo neppure "i giorni della merla" perchè la temperatura è quasi piacevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ops. forse non sai che in Piemonte gli ultimi giorni di Gennaio erano i più freddi dell'anno per cui venivano chiamati della merla per una leggenda che raccontava che dal freddo si era rifugiata in un camino diventando così nera...

      Elimina
    2. Non lo sapessi, ma lo so. Non mi ricordo più quale comico diceva questa frase. Conosco benissimo questa leggenda. Qui ci sono i giorni della merla a, forse anche quelli dei pinguini. Andiamo dai 2° ai 7° e non ti dico le gelate che prendo in bici. Oggi però è migliorato un po' e spero che continui perché sono stufo di uscire con il passamontagna (quello per bicicletta, naturalmente che mi fa assomigliare a Diabolik). Ciao Adriana, un amichevole abbraccio.

      Elimina
  7. Incanto della storia e dei fiori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordo con te Adriano, anche perché di fiori della Riviera dovresti intendertene. Un caro saluto.

      Elimina