AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

giovedì 13 dicembre 2012

SI CONTINUA?

Allora, se nel frattempo vi siete riposati, possiamo continuare la camminata.
Lasciata la chiesa di San Sebastiano ho scattato una foto alla Calle della Chiesa, un'altra di quelle un po' strette.




Quindi, mi sono diretto verso le Zattere perché volevo andare a mangiare un "gianduiotto" alla "Gelateria da Nico", molto rinomata per le sue deliziose coppe di gelato.
Purtroppo, come noterete dalla foto, era chiusa per ferie. I proprietari, uno dei quali è un mio conoscente, avevano preferito andare a sciare.




Un po' deluso sono passato sulla fondamenta che fiancheggia lo Squero San Trovaso e, visto che ho già pubblicato altre foto di questo soggetto, ho preferito fare una zoomata e riprendere uno degli operai che stava riparando una gondola.




Ormai, a Venezia, ci sono solo due squeri, che io sappia. Ai miei amici veneziani di correggermi.


MODI DI DIRE

Ve ne offro tre al prezzo di una perché girano attorno allo stesso luogo e cioè il sesso femminile. Non me ne vogliano le mie amiche blogger, perché più femminista di me credo che non ci possano essere altre persone.

NA LAVADA E NA SUGADA, NO LA PAR GNANCA DOPARADA 
(Lavata ed asciugata non sembra neanche usata)

BASO NO FA BUSO, MA FA SCALA PER ANDAR SUSO
(Bacio non fa buco, ma fa da scala per andare su)

SE FRUA EL SCOVOLO MA NON LA SCAFA
(Si usura lo scovolino, ma non l'acquaio)

Notare che quest'ultimo va un po' contro "lo scovolino"

40 commenti:

  1. Io invece di recente sono stata in Slovenia, e tra i paesini della costa c'è Piran che assomiglia tantissimo alla tua Venezia, sia nelle viuzze che ricordano tanto le calli sia nello stile architettonico dei palazzi...mi sa che tra qualche giorno pubblico le foto e ti faccio un po' di concorrenza ;)
    Buona serata Elio, un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ai miei tempi si chiamava Pirano e la Slovenia era una semplice regione della Jugoslavia. Ci sono passato molte volte e mi fermavo per una pausa prima di proseguire per la Croazia dove passavo le vacanze nell'isola di Rab, alla quale, del resto, ho dedicato qualche post l'anno scorso.
      Fammi pure tutta la concorrenza che vuoi, anzi, mi farà molto piacere vedere le tue foto. Contraccambio l'abbraccio.

      Elimina
  2. sei un ottimo cicerone della tua Venezia...
    La citazione sopra, la prima si dice sempre anche da te, riferendoci a qualcosa che non si può dire sul blog...hihihi....ciaooooo ELio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carla. Per le citazioni cerco sempre di non cadere nel volgare e penso di riuscirci. Buona serata.

      Elimina
  3. Cara Elio, lo sai che è bello continuare a leggere, e stare con voi seguendo la vostra camminata stando seduto qui:)
    Ciao e buona serata caro amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tomaso, seguimi ancora che ci sono altre passeggiate in vista. Ciao.

      Elimina
  4. Non ci posso credere Elio...mi sono accorto solo ora che non mi ero mai unito al tuo blog....chiedo scusa mi spiace!
    Torno con più calma a leggere il tuo ultimo post...Le foto sono allettanti!
    Ciao e buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pino, nessun problema, visto che poi sei spesso venuto a trovarmi. Personalmento penso che sia meglio avere delle visite piuttosto che fare numero nei follower che poi non vedi più passare. Buona serata anche a te.

      Elimina
  5. Mais uma bela viagem com suas fotos e relatos, amigo.
    Beijinhos de lavanda.
    Lua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lua, il giorno in cui potrai essere a Venezia, riguarda i miei post che seguono un itinerario non turistico. Contraccambio i "Beijinhos de lavanda".

      Elimina
  6. A foto da ruela estreita é fantástica! Boa noite

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elisabete, ce ne sono molte a Venezia. La più famosa è la "Calle degli assasini" dove, si dice, che i sicari attendevano la persona da uccidere. Uno si metteva alla fine della calle e l'altro, una volta che la persona era entrata nella calle, la seguiva. Chiusa tra i due non aveva sicuramente scampo. Bom dia.

      Elimina
  7. Elio, mando un grande abbraccio e vorrei che i miei più cari auguri di pace e felicità per queste date.

    ★ Lasciate che la luce risplenda la tua strada
    ★ le stelle guidare la ricerca
    ★ dolce pioggia che accarezzano il cuore
    ★ brezza che risveglia il tuo sorriso
    ★ risvegliare la luce amore in te
    ★ rafforzare che la vita con il dono della tenerezza
    ★ rivelano i sogni si spera
    ★ fuoriuscita che la libertà è dentro di voi
    ★ paura lascia la tua mente
    ★ che inondano la pace il tuo spirito
    ★ compassione che cresce dentro la tua anima
    ★ la forza sia con voi affrontare le avversità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Carolina per gli auguri e per la poesia che mi dedichi. Ne sono veramente contento. Buone feste anche a te e speriamo che il mondo migliori un po' in tutto.

      Elimina
  8. Elio, peux tu m'envoyer un email par les Idées heureuses, je te dirai comment faire pour accéder à l'autre blog.
    Dolce giornata
    M de S

    RispondiElimina
  9. Siempre es un placer pasar por tu blog, buscame en Facebook halla pongo muchas fotos de Jaen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' lo stesso piacere che provo io quando passo da te. Facebook e Twitter, non li amo molto e non ho voglia di mettermici dentro. Buone feste di fine anno.

      Elimina
  10. venezia è smepre bella qualsiasi cosa fai vedere, non avevo mai visto riparare una gondola :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Carmine, bisogna farlo almeno ogni due anni, come diceva un mio amico ubriacone : "L'acqua rovina i ponti", ma anche le gondole.
      Ciao ed a presto.

      Elimina
  11. Que a união e o boa vontade faça morada permante em seu lar.
    Tem presentinho que fiz para os amigos, sinta-se a vontade para pegar ou não, mais espero que goste.
    Beijinhos de laranjas.
    Lua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lua, vengo subito da te e molti "Beijinos" a mia volta.

      Elimina
  12. una miniera di sapere popolare !!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Presumo che ti riferisca ai modi di dire e non alle mie foto (lol). In ogni caso sono d'accordo con te perché i detti popolari, pur se con una punta di volgarità, sono sempre una tradizione popolare.
      A presto.

      Elimina
  13. Questo é un altro reportage, che si ammira per aspetti di vita vissuta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adriano, andavo a scuola a 500 metri e, dopo qualche anno lavoravo a 800 metri Inoltre un mio ex collega di lavoro ha rilevato una quota della gelateria e quindi, hai ragione, è vita vissuta. Un amichevole abbraccio.

      Elimina
  14. Ecco quel che si può definire una vera chicca: immagini e detti popolari.
    Bravo Elio, i tuoi reportage stanno diventando interessantissimi.
    Tra l'altro, io adoro il veneziano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nigel, e, sapere che ami il veneziano, mi incoraggia a proseguire nei "modi di dire", perché, non molti, fanno riferimento alla chiusura dei miei post su Venezia. Se tutto va bene, la prossima settimana rispetto la mia promessa.

      Elimina
  15. ¡Hola Elio!

    Nos dejas una bella entrada como de costumbre: ¡Esa Venecia hermosa como una rasa, me encanta! Estuve por ahí di visita hace seis años,la verdad es que vine enamorada de ella. Volvería si pudiera.

    Gracias por deleitarnos con tus fotos y letras y por dejar tu hulla en mi puerto.
    Te dejo un brazo con mis mejores deseos para estas fiestas navideñas. que el 2013, te sea bien propicio y nos traiga paz al mundo estero.
    Arribederchi Roma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina, sai quale sarebbe il mio sogno? Organizzare un incontro a Venezia con tutti i mie follower, ma capisco benissimo che sarebbe una cosa impossibile. Sono contento che tu sia innamorata della mia città natale. Ti faccio anch'io un grande augurio per le feste di fine anno, ma, se puoi, torna prima di Natale, perché ho l'intenzione di fare qualcosa di particolare.

      Elimina
  16. Perdón. Es Hermosa Venecia como una rosa! Chauuuu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei scusata Marina, probabilmente, nel tuo incosciente, speri di andare a Roma. Io ci sarò nel 2014, se tutto va bene.

      Elimina
  17. Ay madre! Cuantos fallos. Te dejo un abrazo. Con mis mejores deseos.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contraccambio l'abbraccio. Domingo del buen.

      Elimina
  18. Certo che "il calle della chiesa" come attrazione turistica non è un gran che:-) al massimo ci si può organizzare un gran premio di formula uno ma i sorpassi sarebbero difficili :-)
    Ciao Elio buona domenica
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enrico, grazie della visita. La curiosità di certe calli veneziane è proprio la strettezza. Ti garantisco che anche la Maratona di Venezia non passa da calli di questo tipo perché ci sarebbero sicuramente degli imbottigliamenti. Normalmente, si passa all'interno del porto e si transita sulle Zattere per arrivare alla Punta della Dogana. Alle volte si costruisce una passerella di legno per arrivare a San Marco. Buona domenica anche a te.

      Elimina
  19. O bom da fotografia é isso: você capta o que os olhos sentem... um belo passeio.

    BOAS FESTAS junto aos seus, Elio!!!
    Beijos e flores com as cores do amor.
    Felicidades hoje e sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanti auguri di buone feste anche a te Teca. Grazie per la visita ed a presto.

      Elimina
  20. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  21. che bei posti, che bello non avevo mai visto una gondola in riparazione!
    buona giornata!! :)

    RispondiElimina