AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

domenica 14 ottobre 2012

RICORDI DELL'INFANZIA E DELL' ADOLESCENZA

Per una volta tanto mi immergo in una parte della mia vita e vi pubblico alcune foto (bianco e nero, naturalmente, vista l'epoca). Non sono eccezionali perché si tratta di foto BN scannerizzate e quindi prendetele così come sono.

Sono io a due anni, sul Ponte degli Scalzi

Da solo e, su quella successiva con mio fratello (sono il primogenito), sulla spiaggia  del Lido di Venezia alle Quattro Fontane



La prima comunione


 A Roma, dove abbiamo abitato un anno e mezzo ed io frequentavo la terza elementare. C'era già l'amore per gli animali, ma il cane era della padrona dell'appartamento che avevamo affittato.


In vacanza a Segusino per diversi anni di seguito (Ciao Tiziano, come stai?)




Sempre a Segusino con i piedi nel Piave. Io sono quello al centro sotto e mio fratello in alto a destra



Qui penso non ci sia bisogno di precisare

Tambre, mio padre e mia madre


E qui chiudo la parentesi perché purtroppo molte delle mie foto da giovane sono andate perse per un banalissimo motivo.

42 commenti:

  1. Ciao Elio, che tenerezza le tue foto.. Che bel bimbo! Sono ricordi bellissimi: grazie per averli condivisi con noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Viola per la visita e per i complimenti.

      Elimina
  2. Amo le vecchie foto,queste sono bellissime.
    Che fisico Elio!
    Ciao a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Franz, posso garantirti che il fisico attuale non è la stessa cosa, anche se alla mia età me la cavo ancora. In quel periodo facevo gare di nuoto nei 100 metri stile libero e quindi il torace e le gambe erano piuttosto muscolosi. Alla prossima.

      Elimina
  3. Anche le mie foto d'infanzia, visto l'epoca, sono a cavallo tra il bn ed il colore...Le foto in bianco e nero però mi piacciono tuttora moltissimo ed ho apprezzato tanto le tue, anche se scannerizzate. E' bello sfogliare gli album degli amici bloggers e, guardandoti da ragazzo, capisco perchè ancora adesso sei così sportivo! Le foto delle piramidi umane sono divertenti e tenerissima quella scattata sul Ponte degli Scalzi. Che bel bambino paffutello!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si! Ero paffutello ed è per questo che poi mi sono dato allo sport. Alla nascita ero 3,8 chlili. Da giovani ci divertivamo a fare le piramidi e, naturalmente, a me toccava di stare sempre sotto. La seconda piramide era stata fatta per una scommessa. Se fossi riuscito a sollevare mio fratello ed il nostro amico, avrei vinto una pizza. Così è stato perché i due altri amici erano lì solo per tenerli in equilibrio. Ti garantisco che oggi, a 70 anni, non ci riproverei.

      Elimina
  4. sono fantastiche Elio!!!
    Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Luigi ed inoltre risvegliano vecchi ricordi veneziani. Buona giornata.

      Elimina
  5. Mi piacciono molto le vecchie fotografie in b/n, forse di più di quelle a colori e che bel bambino eri.
    Grazie di aver condiviso questi ricordi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Adriana per il complimento, me lo diceva anche mia madre, ma, sai, come si dice a Napoli " 'u scarrafone è bello a mamma soia".

      Elimina
  6. questa foto sono bellissime. Le foto d'infanzia sono le piu' belle in assoluto, quel bn e quell'atmosfera....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cri, sono d'accordo con te. Purtroppo, durante un trasloco, il cartone con dentro le mie foto, è andato perso e se aggiungo quelle bruciate per inavvertenza, non è che me ne restino molte.

      Elimina
  7. sono meravigliose ! non saprei dirti quale mi ha colpito di più ! son così calde e felici:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, non è necessario scegliere e sono contento che ti siano piaciute tutte.

      Elimina
  8. Ciao Caro Amico qesta mattina e un p'ò dura perchè ieri ho fatto baldoria
    e non avendo più ventanni il recopero e più lento,
    guardando le tue foto mi vien da ridere pensndo a quanto ti sarai divertito facendo quella torre che alle volte ci serviva per potersi tuffare ma più delle volte crollava prima,
    bellissime anche le tue foto eri un bel bamboccione complimenti per i tuoi genitori una bellissima coppia,gli anni passano e i bei ricordi restano
    un caro amichevole saluto
    tiziano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tiziano, attento alle baldorie. Fanno bene al morale, ma per il recupero è sempre più difficile. Dal tuo commento si nota come siamo entrambi della stessa epoca. Però a quel tempo noi preferivamo tuffarci dal vecchio ponte di Fener o dal tetto della casupola che ospitava la barca del traghetto.
      Contraccambio il saluto.

      Elimina
  9. Bellissime foto !! Complimenti!!
    Complimenti anche alla mamma ed al papà !!

    Baciotti by Pixia!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pixia, grazie per i complimenti che girerò a mia madre. Mio padre, purtroppo, è morto molti anni fa. Mia madre ha 96 anni ed in questi giorni è all'ospedale per dei controlli. Niente di grave e dovrebbe tornare a casa nei prossimi giorni. Contraccambio i baciotti.

      Elimina
  10. Bellisime foto!!
    Il bianco e nero poi ha qualcosa di magico....
    Eri proprio un bimbo pacioccone!!!
    Ciao, a presto:))

    RispondiElimina
  11. Ciao Keiko, stessa risposta che ho dato a Ninfa. Ma non so perché la foto che ha più impressionato è la prima. Ero pacioccone e, forse, lo sono ancora oggi, ma dagli 8 anni in su mi sono ripreso (con il nuoto) e, te lo rivelo sottovoce, i miei amici mi chiamavano Tarzan. Grazie della visita e buona serata.

    RispondiElimina
  12. Ciao Elio, che interessante questo escursus nella tua vita per immagini, da bambino eri davvero un bel pacioccone!

    P.S.
    Un amico mi ha chiesto di scriverti questo ed io penso che hai fatto un miracolo: " Ti sono grato per l'attenzione che mi ha dedicato, ma ciò che mi rende felice è esattamente la tua riflessione, perché lì e proprio lì vedo una flebile speranza. Magari la mia fine equivalesse alla fine di ciò che tu hai ipotizzato perché solo da uomini e donne con la tua lucida e pulita esigenza di vivere posso ancora sperare per i miei figli, i tuoi e tanti altri. Non è mia abitudine rispondere e non per immotivata supponenza, ma solo perché la speranza scemava mano a mano;
    ma tu mi hai insegnato che arde sotto la cenere un fuoco orgoglioso che proprio non speravo esistesse, e quindi ti ringrazio ancora, forse anche perché mi hai in fondo detto che è presto per morire. Se ne avrai voglia continua a seguire quanto urlerò e per favore criticami con ferocia per tutto ciò che non condividerai, te ne sarò grato perché saranno parole oneste e quindi d'aiuto."
    Ciao Elio
    Golconda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Sciarada, erano altri tempi, si cresceva "tettando" e, anche se era periodo di guerra, i migliori bocconi erano per noi bambini. Ti garantisco che i miei non ci hanno mai fatto soffrire la fame, a me ed a mio fratello.
      Ti ringrazio per avermi inviato il messaggio di Golconda e mi spiace che non l'abbia fatto direttamente sulla mia g-mail perché so rispettare il desiderio di non mettersi davanti. Mi ricordo che ho fatto un commento su questo blog, un po' forzando sulle parole per dare una spinta alla voglia di reagire. Sono contento che lo scopo è, forse, stato raggiunto e che sono sempre a disposizione via g-mail al difuori del blog. Ciao.

      Elimina
  13. Che belle foto!
    Un post pieno di dolce nostalgia!
    Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Emanuela, effettivamente la nostalgia c'era, ma bisogna anche accettare quello che la vita ci ha dato con l'aumentare degli anni. Sono solo 70 e spero di imitare mia madre che ne ha 96, anche se ora comincia ad avere qualche problema. Ciao.

      Elimina
  14. Bellissime Elio! Adoro le vecchie foto! A parte quelle andate perse, ne hai altre da mostrarci?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dona, grazie della visita. Purtroppo non ne ho molte altre per due inconvenienti successi durante la mia gioventù. Foto bruciate o perse durante un trasloco (cosa che ancora non mi spiego). Vedrò se mio fratello ne ha conservate. Un amichevole abbraccio.

      Elimina
  15. São fotos preciosas! Muito obrigada pelas suas palavras! Beijinhos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Obrigado, anch'io, per la tua visita. Beijinhos anche a te, Elisabete.

      Elimina
  16. Che belle : )
    Adoro le vecchie foto ...E' bello rivedersi ...
    E' bella la nostra storia : )
    Mettine altre
    un salutone a te
    : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marinetta, come ho detto più sopra dovrò vedere se mio fratello ne ha a disposizione. Non si sa mai. Buona serata.

      Elimina
  17. Quanti bei ricordi caro Elio... Sono molto belle le vecchie foto... Come vola il tempo. Ciao e buona settimana.
    Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vola, vola il tempo, Ale. Se pensi che sono passati un po' più di 50 anni da quando ho scattato la foto a mio padre e mia madre te ne puoi rendere conto. Buona settimana anche a te.

      Elimina
  18. Bellissime, grazie per la condivisione di tempo intima, un'esperienza meravigliosa e indimenticabile della vostra vita. Vedi le foto vecchie e rivivere momenti preziosi, pienano il cuore di gioia.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Carolina, riguardando le foto della nostra gioventù ci ricordiamo tutte le belle cose passate e, per fortuna, rivestiamo di bellezza anche quelle da non ricordare. Ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  19. Lindas fotos Elio ! Gosto muito de fotos antigas em preto e branco, são lembranças inesquecíveis !!! Um grande abraço Jane

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Jane e ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  20. Questi sono documenti storici.
    Io ho avuto la fortuna di avere uno zio che amava le novità, una di queste era rappresentata dalla macchina fotografica.
    Le uniche foto che ho - prevalentemente da bambino - le ho per merito suo!

    Hai detto bene, il tempo vola ma le immagini - specialmente di quel tipo - restano!

    Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Sirio, questa sera ho avuto una bella notizia. Mio fratello mi invia un'altra serie di foto e così potrò fare altri post di questo tipo. Grazie per il tuo apprezzamento ed a presto.

      Elimina
  21. Ma quante cose in comune per le famiglie italiane degli anni '50! Il tuffo che mi hai fatto fare forse per una volta mi porta oltre la storia verso un briciolino di nostalgia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adriano, perché un briciolino? La nostalgia fa parte della nostra vita, ma l'importante è di non farne un'ossessione. I tempi cambiano e bisogna accettarli. Al tempo di queste fotografie, andava già bene se riuscivamo a raggiungere gli amici al telefono. Oggi ci colleghiamo con il mondo intero ed è sempre bello trovare degli amici come te.

      Elimina
  22. Que hermoso paseo por tu historia familiar. Que bello recordar nuestra niñez y adolescencia cuando aún no nos agobiaban los problemas y solo pensábamos en jugar. Que lejanos quedan los recuerdos pero que cerca del corazón.
    Un abrazo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai veramente ragione Josep, in quel periodo eravamo senza problemi (forse erano i nostri genitori che li avevano) e vivevamo felici, alla giornata. Per fortuna, grazie a mio fratello potrò fare un altro post simile, ma con calma. Un abrazo.

      Elimina