AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

sabato 29 settembre 2012

PARTENZA PER IL SECONDO ITINERARIO IN VENEZIA

Avrò occasione di pubblicare altre foto (diciamo così "ufficiali") del matrimonio, ma resto su Venezia per iniziare un secondo itinerario.
Arrivando da Mestre, dove alloggio presso la mia famiglia, ed arrivando a Piazzale Roma, invece di prendere la direzione Rialto-San Marco, ho girato dietro i garage pubblici e mi sono diretto verso l'Angelo Raffaele e Santa Marta.
Così facendo si è obbligati a passare attraverso la fondamenta dello stabilimento dove una volta si trovava la "Manifattura dei Tabacchi". Ebbene sì, prima, durante e dopo la seconda guerra mondiale, a Venezia, si fabbricavano sigari e sigarette. Mia nonna e mia zia (da parte di padre) vi hanno lavorato lunghi anni sino alla pensione.
Siccome lo scarico della manifattura dava direttamente nel canale questo era spesso di colore marron e se ci si cadeva dentro era come fumare un pacchetto di Nazionali senza filtro in qualche secondo.
Bando alle chiacchiere e passiamo alle foto.


Una volta questo ingresso, lato Piazzale Roma, era chiuso da un cancello e potevano passare solo gli operai/e.


L'ingresso principale. Il cartello a sinistra informa che si stanno facendo dei lavori di restauro ed alla fine l'immobile ospiterà degli uffici pubblici.


Il secondo ingresso dall'altro lato. Come si nota l'acqua, oggi, ha assunto un colore più naturale



MODI DI DIRE

Ze rivà quelo del formagio

(E' arrivato quello del formaggio)

Si dice alla persona a cui si parla per indicare quello che potrebbe castigarlo, rimettendolo sulla giusta via, e quindi spezzettarlo o grattugiarlo come il parmigiano reggiano o il grana padano. Naturalmente è puramente figurativo. 

38 commenti:

  1. Caro Elio, per me è bello vedere queste belle immagini di Venezia, la città più bella del mondo,
    immano te come sarai emozionato poter farci vedere i luoghi dove tu spesso passavi...
    Grazie caro amico di aver condiviso tutto questo.
    Ciao e buon fine settimana con un abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tomaso, ci siamo incrociati. Io stavo commentando da te. Grazie per il passaggio e contraccambio l'abbraccio.

      Elimina
  2. Della Manifattura Tabacchi di Venezia avevo solo letto notizie sinora, senza mai vedere fotografie: anche questa é storia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero ed inoltre è storia (recente) vissuta. Ciao Adriano e grazie.

      Elimina
  3. Elio que alegria poder leer ya traducido!!!! GRACIAS!!!!,me pareció interesante las fotos de la tabacalera, no puedo dejar de pensar que por ese canal pasaba el agua con los desperdicios del tabaco!!!! pobre gente aspirando eso!!!!, mi padre por el tabaco murió de cancer de pulmón. Igual es muy interesante , como siempre lo digo, su blog, es pura cultura.
    Que bellos son la pareja de recién casados, su hijo me recuerda al mío (como se afeitan la cabeza!!!!), deseo sean muy felices y que tengan una vida plena juntos.
    Que tengan un hermoso fin de semana Ud. y su esposa.
    Saludos desde Argentina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Teresita grazie per i tuoi commenti riuniti e girerò gli auguri agli sposi. Io, per mia fortuna, non ho preso il vizio della sigaretta e quindi non ho mai fumato in vita mia. Buona domenica.

      Elimina
  4. Elio, no ije nada sobre la casa de las golosinas porque me empaché de tanto chocolate!!!! a mi me pierden esas cosas, me vé alli diciendo?..mmm déme estas galletitas rellenas mmmm deme estos chocolates mmmm deme estos confites mmmmm basta que engordan!!!!!jaja

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehi, se andata a vedere anche il post su Carcassone e ti ringrazio. Ti garantisco che ho fatto fatica ad uscire dal negozio, ma ho resistito. Ciao.

      Elimina
  5. Voilà un endroit que je connais très bien.En effet, c'est toujours de ce côté que je loge quand je vais à Venise et souvent aux Pensieri..je suis émue de penser que ta grand-mère et ta tante ont travaillé là bas et bien sûr ce n'était pas un plaisir de tomber dans le rio....quelle pollution! .voilà mon petit souvenir à moi..de cet endroit.
    http://www.carnetsvenitiens.com/carnetsv%e9nitiens/manufacture%20tabac/manufacturetabac.htm

    Bon week-end à toi!Amitiés
    Danielle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Danielle, non avevo dubbi che tu conoscessi il posto. In Rio Terà dei Pansieri avevo la mia compagnia di ragazzi e ragazze (attorno ai 14-18 anni) e vi abitava la mia prima "morosa". Io abitavo, una volta traslocato dalla Corte dei Mercanti dove sono nato, in Calle dell'Olio, poco distante. Il prossimo post su Venezia riguarderà l'ex gasometro che ritengo tu conosca ugualmente. Bon dimanche.

      Elimina
  6. Un caro saluto, Elio!
    Buon fine settimana

    RispondiElimina
  7. Mais uma vez encheu meus olhos com belas imagens!
    Tenha um lindo sábado querido amigo.
    Na postagem do casamento de seu filho, deixei um presentinho.
    Beijinhos de luz.
    Lua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora grazie Lua, come noterai alla fine dei gadget, tutto in fondo a destra, ho già pubblicato il tuo ragalo. Beijinhos.

      Elimina
  8. Risposte
    1. Siamo all'inizio e lo continueremo con i prossimi post su Venezai. Ma, come sai, io vado "de qua e de la". Buona domenica.

      Elimina
  9. Elio che foto stupende^_^ p.s. i tuoi commenti mi fanno sempre morire dalle risate sei unico^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Anna Era lo scopo che mi ero prefisso quando ho creato il blog, portyare un sorriso od una risata ai miei follower, pur restando nei limiti della decenza. Buona domenica.

      Elimina
  10. mi annoto anche questa frase!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessun problema puoi anche utilizzarla se vuoi. Buona domenica.

      Elimina
  11. Non conoscevo questa parte di Venezia, è sempre un piacere seguire i tuoi itinerari!!
    Ti ho dato delle risposte nei miei post, quando hai voglia di leggerle...
    buona domenica...io ad una gara di...indovina? scherma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' una zona al di fuori dei giri turistici anche perché poco dopo si trova la prigione e non ci si pò fermare davanti per informare i turisti. Guardie su tutte le garritte. Per la scherma allora avevo indovinato. Vengo a leggere le tue risposte. Ciao.

      Elimina
  12. non la conoscevo ma mi piace tantissimo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Naturalmente è costtruita in uno stile anteguerra dove si andava al solido, senza anti fronzoli, ma dopo i restauri penso che sarà migliorata. Ciao.

      Elimina
  13. Ti dovrebbero assumere come cicerone a vita...per la tua bella Venezia. ciaoo Elio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho alcuna voglia di tornare a lavorare e quindi mi riservo solo per gli amici. Ciao.

      Elimina
  14. Ciao Elio,
    Un bello scorcio di venezia.
    Ho avuto modo di una visita fugace tanti anni fà e mi è sembrata fantastica spero di ritornarci.
    A presto un abbraccio.
    Ciao
    Paolo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Paolo, oggi ci sono dei voli aerei a poco prezzo e quindi potresti benissimo pensare ad una piccola settimana nella mia città. Ti assicuro che non sono pagato dall'Ente turismo e, se ci vai, posso darti delle dritte. Ciao.

      Elimina
  15. non sapevo della fabbrica di sigari a Venezia!
    comunque le foto sono molto belle ,come sempre!

    RispondiElimina
  16. Ciao Lu, mia nonna e mia zia hanno avuto la fortuna che mio padre non fumava, altrimenti avrebbero dovuto comprare le sigarette allo spaccio. Io ho preso da mio padre, non ho mai fumato. Grazie della visita ed alla prossima.

    RispondiElimina
  17. Molto interessante questo tuo post.
    Salutoni e buon inizio di settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cavaliere, ma i tuoi non sono sicuramente da meno, anzi sono molto più impegnati dei miei, ma nella vita ci vuole anche un po' di leggerezza. Buona settimana.

      Elimina
  18. Sempre belle le tue fotografie!!!
    Un abbraccio e a presto!!!!

    RispondiElimina
  19. Hola amigo Elio, muy interesantes las fotografias. El bonito edificio de la Fábrica de Tabacos ¿sabes de que año es? y si es arquitectura regional veneciana?
    Te voy a contar que en Sevilla tenemos también, una antigua Fábrica de Tabacos, es de 1813 y fue la segunda que se instaló en Europa, después de la de Cádiz (1808). El edificio de Sevilla es hoy una Universidad.
    ¡Enhorabuena! por tan instructivo e interesante blog.
    Un saludo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Manuel, preciso solo ora certe cose perché nell'introduzione volevo lasciare spazio ai ricordi personali. Si iniziò a costruire la fabbrica nel 1786 e vi furono raggruppate due manifatture che si trovavano a Cannaregio ed alla Madonna dell'Orto. L'architetto ha voluto dare all'immobile una certa rassomiglianza delle ville venete ed ha posizionato al centro (non visibile dall'esterno) un cortile dove a suo tempo si asciugavano al sole le foglie di tabacco. Noto comunque che è quasi contemporanea di quella di Siviglia e penso che in molti paesi si deve aver incentivato in quel periodo la costruzione di manifatture del tabacco che si stava espandendo in Europa. Sarebbe una bella ricerca da fare, avendo il tempo. Buonanotte.

      Elimina
  20. Muchas gracias, y muy amable por tu parte, tu explicación me ha servido de mucho, así como el tipo de construcción es muy interesante y bonita. En Sevilla desde finales del siglo XVIII se hicieron muchas construcciones de ese tipo, basado en los qürralat mozárabes pero no se utilizaban para industrias, eran como viviendas para la servidumbre de marqueses, etc. y en el patio central se hacía mucha vida social, esto duró hasta principios del siglo XX. Siempre me han interesado mucho este tipo de edificios, por lo que te estoy muy agradecido por tu información.
    Amigo Elio si te interesa ver la fábrica de tabacos de Sevilla en mi blog puedes verla en el tema "Las cigarreras" marcó un estilo de vida en la ciudad
    y dió trabajo a miles de mujeres en esos años de miseria.
    Estoy de acuerdo contigo en que sería interesante hacer una investigación,
    así, que me pongo a tu disposición de forma desinteresada, para cualquier colaboración que necesites.
    Un abrazo y de nuevo gracias.

    RispondiElimina
  21. Grazie Manuel, a parte i miei piccoli chiarimenti che si sono limitati all'inizio dell'attività, se ti interessa puoi andare su Internet e digiti "Fabbrica dei Tabacchi a Venezia". Avrai sicuramente molte più informazioni di quello che posso ricordare io. Subito dopo andrò a vedere il tuo post che, sono sicuro, sarà molto interessante. Per la ricerca è una cosa che vorrei fare da tempo cercando di andare sul luogo nelle varie nazioni, ma penso che ora dovrò accontentarmi di ricerche su Internet.
    Bisognerebbe trovare anche oggi una nuova attività manifatturiera per dare lavoro a migliaia di persone. Per gli edifici tipo villa veneta puoi anche cercare da me, indicando su CERCA NEL BLOG, "Villa Malcontenta". Buenas dias.

    RispondiElimina