AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

lunedì 3 settembre 2012

BIKE FOR PETS

Vi starete chiedendo cosa mi stia succedendo e perché ho messo un titolo inglese. Per chi non conosca, come me del resto, questa lingua la traduzione è "bicicletta per gli animali", ma dietro questo nome c'è una associazione di difesa degli animali di Torino. Allora, cosa hanno pensato tre dei responsabili? Fare 2.200 chilometri in bicicletta, da Torino a Siviglia, in 12 tappe, per protestare contro la corrida. L'operazione è riuscita benissimo e ne sono immensamente felice.
Se la cosa vi appassiona ed avete voglia di vedere il loro sito vi dò il loro indirizzo:


In ogni caso basta digitare "bike for pets" su Google e li troverete sicuramente.

Ed ora ve li faccio conoscere


Tutti tre insieme


Paolo BARBON


Cristiano MASI



Paolo BALESTRAZZI


Li ho incontrati ad una delle tappe, a Lunel (vicino a Montpellier) ed avrei voluto accompagnarli, la mattina dopo, per un tratto di strada. Purtroppo le circostanze ed un male di schiena me lo hanno impedito. Non so quanti ciclisti potrebbero fare un simile exploit e li ringrazio vivamente per la loro bellissima iniziativa. NO ALLA CORRIDA.

28 commenti:

  1. sono felice che ci siano queste iniziative, non sopporto spettacoli atroci come la corrida in cui si fa del male agli animali in nome del divertimento (ma quale divertimento poi). un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefania per il tuo appoggio. Purtroppo non c'è solo la corrida da condannare in Francia. Ho scritto bene "Francia" perché credo che la maggior parte degli italiani la raffigurino solo in Spagna. La caccia alla volpe (a cavallo) è stata abolita in Inghilterra ed allora, certi francesi del nord cosa hanno fatto? La hanno instaurata in Francia e gli inglesi vengono qui per soddisfare la loro voglia di sangue. Senza parlare dei combattimenti di galli aboliti in Belgio ed autorizzati nella Francia del nord. E questo solo per la nazione dove vivo, senza parlare delle altre nazioni europee. Spero di non averti rovinato la digestione e ti auguro una buona notte.

      Elimina
  2. Ciao Elio le iniziative che alla fine hanno lo scopo di fare del bene ben vengano! Belle le foto dei tuoi amici ciclisti.
    Buona serata caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso, e questa iniziativa è andata a buon fine perché ad ogni tappa ci sono state le conseguenti azioni di contestazione. Io li ammiro veramente perché, sicuramente, non riuscirei ad emilarli. Malgrado la giovane età e l'allenamento penso che sia una vera impresa quello che sono riusciti a fare. Buonanotte.

      Elimina
  3. Un plauso a queste persone che cercano di sensibilizzare la gente affinché si cessi di sottoporre gli animali ad ingiuste sofferenze.
    Ciao buona serata
    enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enrico, penso che, prima o dopo, passeranno di qui ed apprezzeranno sicuramente il tuo commento. Buonanotte.

      Elimina
  4. Ma pensa te...io sono a Torino e non ne sapevo nulla. Apprezzo molto queste iniziative, anche se non condivido le esagerazioni di comportamento di diversi animalisti.
    Mi ha colpito il nome di Lunel...un paesino che è rimasto nella mia memoria passata per niente di speciale...
    Buonanotte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Adriana, al contrario io non condivido le esagerazioni di comportamento dei pro taurini e dei pro caccia. Quindici dei nostri amici sono stati ricoverati in ospedale dopo un "assalto" di aficionados e ci sono delle denuncie in corso. Per quanto riguarda Lunel, hai ragione perché non c'è niente di speciale, ma loro avevano deciso di farci tappa per ragioni logistiche. Buona giornata.

      Elimina
  5. appoggio questa battaglia Elio: sarebbe un grande segno di civiltà!!!
    Bentrovato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dell'appoggio Luigi. Come ho già detto, il problema è che, in Italia, quando si parla di corrida, tutti pensano alla Spagna. Ma la corrida esiste anche in Portogallo e nella Francia del Sud, senza contare i paesi sudamericani. In Francia è stata importata dalla moglie spagnola di Napoleone III. Prima era interdetta e si accompagnava alla frontiera i toreri che cercavano di "lavorare" in Francia. A presto.

      Elimina
  6. Olá Elio! Também não suporto as touradas! Boa terça-feira!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono contento Elisabete, perché, se non sbaglio, esiste anche in Brasile. Buona giornata.

      Elimina
  7. Complimenti a chi lotta per il bene...

    Passa su http://stella-premi.blogspot.it/, una sorpresa ti attende.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gianna e ritrasmetto a chi di competenza. Vado a vedere il sito. Buona serata.

      Elimina
  8. non sapevo di questa iniziativa molto interessante ;-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho trovata passeggiando su Internet e quindi, trattandosi di italiani, mi sono interessato alla cosa. Grazie della visita Carmine ed a presto.

      Elimina
  9. Risposte
    1. Grazie Dona, apprezeranno sicuramente il tuo commento.

      Elimina
  10. Risposte
    1. Grazie del sostegno Adriano. Sai che fino a qualche anno fa le facevano anche a Fréjus, quindi non troppo lontano da te. Per fortuna ad un certo punto il sindaco ha deciso di non sovvenzionarle più e, come diciamo sempre noi, senza sovvenzioni pubbliche la corrida non può vivere con i soli incassi. Gli aficionados invecchiano e, per fortuna, i giovani sono attirati da altre cose. A presto.

      Elimina
  11. Bellissima iniziativa! E' giusto: no alla corrida

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sabrina, purtroppo per la causa ho dovuto sorbirmi la morte di 32 tori ed ogni volta uscivo con lo stomaco attorcigliato. Ora è finita, la gioventù anticorrida ha preso il ricambio e ne sono felice. Buona gironata.

      Elimina
  12. No alla corrida!
    Ti auguro una serena giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a te Cavaliere e grazie per i tuoi post sempre interessanti. Buona giornata.

      Elimina
  13. Ciao Elio, ogni tanto ritorno :-)
    Un no alla corrida lo grido anch'io, non l'ho mai sopportata e sono contenta che nascano queste lodevoli iniziative contro di essa!!
    Un amichevole abbraccio a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ornella, ognuno di noi commenta o pubblica quando trova il tempo, anche se i pensionati possono farlo più agevolmente. Sono contento che la maggioranza dei miei amici blogger sia contro questa orribile "tradizione". Ricambio l'abbraccio.

      Elimina
  14. Partilhar a Natureza é um Bem que nos é posto á disposição; ser herói por crueldade interior não trás alegria nem é edificante para os Humanos genuínos.
    Ser Humano genuíno, é interiorizar que os Animais são parte dos seres vivos e, por isso, merecem o respeito por essa sua qualidade.
    Sou contra as touradas e contra todo o modo de desrespeitar os Seres.

    Abraços


    SOL

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sol, aoltre ad essere un anticorrida sono anch'io per il rispetto di tutti gli animali. Qui in Francia hanno autorizzato la diminuzione della popolazione dei lupi perché "si dice" abbiano attaccato dei greggi. La legge dice che possono farlo solo le persone autorizzate, ma sono certo che alcuni cacciatori troveranno la scappatoia per sparare anche loro. Purtrppo l'uomo non pensa che quando elimina una specie cacciatrice ci sarà sicuramente una crescita di quelle che erano le sue prede. Si stanno sbilanciando i rapporti naturali. Buonanotte.

      Elimina