AVVISO AI MIEI VISITATORI


°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
QUESTO BLOG NON E' CREATO A SCOPO DI LUCRO
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
PRECISO INOLTRE CHE CONTATTERO' SOLO VIA BLOG NON DESIDERANDO UTILIZZARE FACEBOOK O TWITTER
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
I MODI DI DIRE, PUBBLICATI IN CALCE AI POST RIGUARDANTI VENEZIA, SONO TRATTI DAL LIBRO "SENSA PELI SU LA LENGUA" DI GIANFRANCO SIEGA - ED. FILIPPI EDITORE VENEZIA O DA "CIO' ZIBALDONE VENEZIANO" DI GIUSEPPE CALO' - CORBO E FIORE EDITORI.
SPERO CHE GLI AUTORI APPREZZINO LA PUBBLICITA' GRATUITA E CHE IO NON SIA OBBLIGATO A SOSPENDERNE LA PUBLICAZIONE.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

I MIEI AMICI LETTORI

domenica 10 giugno 2012

CONTINUIAMO A CAMMINARE IN VENEZIA

Vi avevo promesso le foto delle maschere al Jardin de St Adrien, ma purtroppo, causa problema fisico, non sono potuto andare a questa "festa veneziana". Me ne dispiace e, per consolarvi, torno a Venezia.
Lasciando Campo Manin ci dirigiamo verso il Ponte dell'Accademia e dal Campo San Samuele si nota come in Italia non ci sia di storto solamente la Torre di Pisa, ma anche il campanile di Santo Stefano. Resta in piedi perché l'angolo sporgente rimane ancora all'interno della base.


Di fronte alla Chiesa di Santo Stefano, sulla destra si entra in "Cale dele Boteghe" dove mi sono concesso una pausa nella trattoria di un amico. E' una delle poche che conserva ancora l'aspetto delle vecchie osterie ed è per questo che si chiama "Trattoria Osteria al Bacareto". Si mangia bene a base di ricette tipicamente veneziane. Scusate se gli faccio qui un po' di pubblicità, ma gliela devo, perché, visto che era un po' di tempo che non ci vedevamo, non mi ha fatto pagare il conto. Ogni tanto si ha una giornata fortunata.


Per agevolarvi inserisco anche la mappa per arrivarci



Invece di ritornare in Campo Santo Stefano, ho preferito passare per la "Cale Mocenigo Ca' Nova"



La camminata non è finita, ne avremo ancora per ore ed ore

Modi di dire
"Quela là se rinfresca la mandola"
(naturalmente "mandola" è un eufemismo per indicare l'organo sessuale femminile)

Si dice di ragazza che abbia la gonna troppo corta, tipo la minigonna lanciata da Mary Quant che la fece indossare per prima alla modella Twiggy,  che significa "grissino". Chi se la ricorda converrà che lo era di nome e di fatto. A quel tempo non si parlava di anoressia.

E' un pezzo che non inserisco una canzone veneziana e corro ai ripari. Ecco a voi "Venezia, sogno di tutti".

28 commenti:

  1. Spero che il problema fisico sia risolto caro Elio e ti assicuro che passeggiare per Venezia è sempre un grande piacere! E sicuramente sedersi in quel ristorante sarebbe la "ciliegina sopra la torta"! Un abbraccio amichevole buona domenica a te e famiglia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che sarà risolto entro questa sera e domani mattina, tempo permettendo, vado a farmi una bella camminata in un luogo non troppo distante da Montpellier. Grazie dell'abbraccio e anche a te ed alla famiglia una buon domenica.

      Elimina
  2. Risposte
    1. La passeggiata continuerà. Alla prossima puntata, come si diceva in TV, tanti anni fa. Buona domenica anche a te.

      Elimina
  3. Vedo sempre con piacere Venezia.Grazie del commento nel mio blog!Buona domenica Elio.olga

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie anche a te, Olga, per i tuoi di commenti. Buona domenica.

      Elimina
  4. Beh, dai la minigonna di Mary Quant era niente a confronto di quelle che si portano ora, era appena sopra il ginocchio e anch'io , ai tempi della mia preistoria, l'ho portata e devo dire senza rimproveri dai miei genitori.
    Sempre curiose le tue foto e mi pare pure di essere passata davanti al locale del tuo amico.
    Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Adriana, la mia osservazione era riferita anche alla morale bigotta di quei tempi. Ma in ogni caso era un po' più su di quello che tu affermi e noi poveri ragazzi a guardare inebetiti. Ma poi siamo cresciuti. La prossima volta entra, si mangia veramente bene.
      Buona settimana.

      Elimina
  5. Caro Elio non ci si stanca mai di passeggiare per Venezia, grazie caro amico delle bellissime foto, buon pomeriggio e apresto rileggerti.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, spero che tu stia bene. Io ho perso una decina di chili e domani vado a marciare qualche ora. In agosto arriva mio figlio con la compagna e mi hanno già detto che piacerebbe loro fare qualche giro a piedi in montagna. Quindi devo allenarmi un po'.
      Buona settimana, caro amico.

      Elimina
  6. Non sono mai stata a Venezia: oggi ho il piacere di conoscerne angoli caratteristici; avessi potuto assaporare anche il cibo...
    Buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Facci un pensierino Keiko, da Roma ci saranno sicuramente dei voli low-coast per Venezia. Se ti decidi, posso inviarti via mail delle dritte. A presto.

      Elimina
  7. Ciao Elio,
    è sempre un piacere leggere i tuoi post, sono veramente gustosi, come la cucina e i detti veneziani. Quello della "mandola" è veramente forte! Indicare così il sesso femminile è un eufemismo fra i più divertenti che abbia mai sentito...
    A buon intenditor poche parole ^_^
    Un cordialissimo saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contento che ti sia piaciuto questo detto. Naturalmente l'eufemismo è stato creato con riferimento alla forma della mandorla. Un caro saluto anche a te.

      Elimina
  8. Elio! qua e là se rinfresca la mandola, sto ridendo da dieci minuti a crepapelle...:-))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carmine, vale anche per te la risposta data a Nigel. Buonanotte.

      Elimina
  9. Ciao
    Venezia è veramente bella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roby, per me, naturalmente, quando ci vado è anche un ritorno ai miei primi 30 anni di vita. A presto.

      Elimina
  10. Ciao Elio! grazie per averci dato questo meraviglioso tour della città degli innamorati, mi commuove. Tambien bellissima la canzone! Abbracci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gracias Carolina. Vedo che conosci meglio tu la mia linguiua che io la tua. Un abbraccio anche da parte mia.

      Elimina
  11. Venezia...città unica al mondo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te Arianna. Naturalmente gli americani hanno cercato di rifarla a Las Vegas e la chiamano Venice, ma non è la stessa cosa. Ciao.

      Elimina
  12. Ciao Elio, so da un amico che oggi a Venezia splende il sole dopo la brutta tromba d'aria di ieri, speriamo bene!
    Serena giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo Sciarada le trombe d'aria sono frequenti a Venezia. Io me ne sono beccata una un giorno che ero in spiaggia al Lido e mi sono rifugiato, con amici ed amiche, sotto il bancone del bar. Vetri in frantumi e capanne in legno sventrate, ma tutti salvi per fortuna. Domani devo sentire mio fratello e mi darà maggiori notizie. Buonanotte.

      Elimina
  13. Mi sottraggo per una volta al piacere dell'arte e della storia, per dire che già l'aspetto esterno di quella trattoria é fortemente attraente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai Adriano, fanno di quelle sarde in saor che sono la fine del mondo. Consiglio però di mangiarle a pranzo perché sono un po' dure da digerire. A presto.

      Elimina
  14. Devo dire che Venezia è davvero ricca di scorci bellissimi!
    Un caro saluto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ire, ne pubblicherò degli altri quanto prima. Contraccambio il saluto.

      Elimina